Quarantena obbligatoria: ecco quanti sono i furbetti che violano l'isolamento

·1 minuto per la lettura
covid quarantena violazioni
covid quarantena violazioni

Il comitato tecnico scientifico deve affronatre la questione delle violazioni della quarantena da parte di soggetti risultati positivi al covid o in attesa dell’esito del tampone. Secondo quanto afferma una ricerca del Cts, pare che in Italia ci siano olte 3 milioni di potenziali untori, ma il numero dichiarato alle Asl è minore.

Violazioni della quarantena: oltre 3 milioni

Secondo quanto riporta La Stampa, oltte all’emergenza covid, il comitato tecnico scientifico deve fare i conti con le violazioni della quarantena obbligatoria da parte di molti italiani.

Secondo la ricerca del cts, sono oltre 3 milioni i “furbetti” che ignorano le ordinanza anti-covid, nonostante risultino positivi oppure siano in attesa dell’esito del tampone.

Punta dell’iceberg

Al momento in Italia si contano 331mila positivi in isolamento domiciliare. Tuttavia, come commenta una fonte autorevole del cts, “Per ciascuna di loro ci sono almeno 10 di contatti stretti che dovrebbero essere in quarantena“. Ergo, alla fine i conti tracciano 3 milioni e 330mila possibili positivi con l’obbligo di rimanere in quarantena.

Numeri che di per sé preoccupano, ma che risultano solo la punta dell’iceberg. Nel frattempo, infatti, i medici di base ogni giorno chiedono tamponi rapidi, eseguiti in laboratorio o nei privati. Quest’ultimi, però, non dichiarerebbero i possibili nuovi casi positivi.

Nel complesso, dunque, tra positivi accertati e tamponi di laboratori non dichiarati, il numero dei potenziali untori salirebbe addirittura a 6 milioni. Tuttavia, le Asl segnalano un numero di casi assai minore rispetto alle proiezioni.