Quarantena sulla Diamond Princess, la compagnia: “Due mesi di ferie pagati”

nave da crociera quarantena

Il presidente del gruppo di Princess Cruises e Carnival Australia Jan Swartz ha inviato una lettera a tutto l’equipaggio a bordo della nave da crociera Diamond Princess, in quarantena a causa del coronavirus. Nella comunicazione l’azienda fa sapere la sua vicinanza a tutto lo staff, rassicurandolo per il fermo della nave.

Infatti la compagnia ha deciso di impegnarsi nel pagare due mesi di ferie ai lavoratori fermi sull’imbarcazione. Inoltre coprirà tutte le spese per il ritorno in patria dello staff e per ogni loro esigenza.

Nave da crociera in quarantena: ferie pagate

Jan Swartz ha scritto nella lettera: “Siamo profondamente grati e incredibilmente orgogliosi di tutti voi. Comprendiamo che ognuno di voi è fortemente stressato in questa straordinaria situazione e speriamo che ci si prenda del tempo per parlare con la propria famiglia e i propri amici, oltre a contattare le risorse dell’assistenza dell’equipaggio.”.

“Abbiamo lavorato per determinare come possiamo supportarti al meglio una volta superato questo momento difficile. Ti meriti e avrai bisogno di una pausa. Quindi, ti offriamo due mesi di ferie retribuite -continua il CEO del gruppo Princess Cruises e Carnival Australia. Ciò includerà il tuo stipendio e le eventuali mance medie che potresti ricevere normalmente.
Ti consigliamo vivamente di utilizzare il tempo libero pagato per il riposo necessario. Se decidi di partire quando la quarantena e successivamente scegli di ricongiungerti a una nave prima che trascorrano i due mesi, riceverai comunque questa paga extra”.

Il presidente Jan Swartz conclude poi con un augurio di incoraggiamento: “Impariamo maggiori informazioni ogni giorno e apprezziamo la vostra pazienza mentre facciamo del nostro meglio per tenervi informati. I tuoi colleghi in tutta la flotta e tutti noi a terra ti inviano il nostro costante supporto e grazie“.