Quaresima, il Papa: non riversiamo sulla gente inutili moralismi

Ska

Roma, 26 feb. (askanews) - "La Quaresima non è il tempo per riversare sulla gente inutili moralismi, ma per riconoscere che le nostre misere ceneri sono amate da Dio": lo ha detto il Papa nell'omelia celebrata nella basilica di Santa Sabina, sul colle romano dell'Aventino, in occasione del mercoledì delle ceneri, inizio di Quaresima.

"Siamo polvere, terra, argilla, ma se ci lasciamo plasmare dalle mani di Dio diventiamo una meraviglia. Eppure spesso, soprattutto nelle difficoltà e nella solitudine, vediamo solo la nostra polvere!", ha detto il Papa. "Ma il Signore ci incoraggia: il poco che siamo ha un valore infinito ai suoi occhi. Coraggio, siamo nati per essere amati, siamo nati per essere figli di Dio. Cari fratelli e sorelle, all'inizio della Quaresima rendiamoci conto di questo. Perché la Quaresima non è il tempo per riversare sulla gente inutili moralismi, ma per riconoscere che le nostre misere ceneri sono amate da Dio. E' tempo di grazia, per accogliere lo sguardo d'amore di Dio su di noi e, così guardati, cambiare vita".