Quarta dose di vaccino, gli esperti della Gran Bretagna: “Non ancora necessaria”

·1 minuto per la lettura
Vaccino Covid
Vaccino Covid

I consiglieri scientifici del governo della Gran Bretagna riuniti nel Joint Committee on Vaccination and Immunisation si sono espressi sulla quarta dose di vaccino ritenendola per il momento non necessaria. Poche ore prima il CEO di Moderna, una delle aziende produttrici dei sieri anti Covid, aveva affermato che nell’autunno 2022 sarà probabilmente opportuno prevedere un ulteriore richiamo dopo il booster.

Quarta dose in Gran Bretagna: parlano gli esperti

Gli scienziati britannici hanno fatto sapere che attualmente la terza dose continua a fornire un’elevata protezione dalla contrazione di forme gravi della malattia, motivo per cui è ancora prematuro pensare già alla prossima somministrazione. Stando ai dati a loro disponibili, a tre mesi dall’iniezione il booster consente agli over 65 di evitare il ricovero nel 90% dei casi. La protezione contro il contagio e lo sviluppo di sintomi di gravità media cala invece al 30%.

Quarta dose in Gran Bretagna: parla il CEO di Moderna

L’amministratore delegato Stephane Bancel aveva poco prima evidenziato che molto probabilmente sarà necessario effettuare una quarta dose di vaccino nell’autunno del 2022. L’efficacia del richiamo, aveva spiegato, è infatti destinata a diminuire nel corso dei mesi come è accaduto dopo le prime due dosi del ciclo ordinario di vaccinazione.

Questa la sua dichiarazione: “Sarei sorpreso di ricevere nelle prossime settimane dati in base ai quali il booster tenga nel corso del tempo“. Di qui la convinzione che nel prossimo autunno ci sarà bisogno di un ulteriore booster e l’allusione al fatto che probabilmente saranno necessari richiami annuali per i soggetti anziani e fragili come avviene per il siero antinfluenzale. “Secondo le nostre convinzioni questo virus non se ne andrà, dovremo conviverci“, aveva aggiunto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli