Quattro anni di carcere a blogger cinese che raccontò la pandemia a Wuhan

·1 minuto per la lettura

AGI - Un tribunale di Shanghai, in Cina, ha condannato a quattro anni di detenzione Zhang Zhan, la blogger che aveva diffuso notizie sull'epidemia di Covid-19 da Wuhan. Lo ha annunciato il legale della donna, accusata di aver pubblicato "informazioni false" per i suoi report sulle fasi iniziali della risposta cinese alla pandemia, ampiamente condivisi sui social a febbraio scorso.  

Zhang Zhan, ex avvocato di 37 anni, è sottoposta dal maggio scorso a detenzione a Shanghai, e deve rispondere anche del reato di aver creato disordini, che viene spesso usato contro attivisti e dissidenti in Cina. Zhang ha inviato “false informazioni attraverso testi, video e altri media attraverso gli internet media come WeChat, Twitter e YouTube”, secondo l'accusa e ha accettato interviste da media stranieri, come Radio Free Asia ed Epoch Times, che “hanno speculato malignamente sull'epidemia di Covid-19 a Wuhan”.