Quattro persone violano l'isolamento in Sicilia, interviene la Digos

·1 minuto per la lettura
Catania, violano la quarantena: positivi denunciati
Catania, violano la quarantena: positivi denunciati

Positivi violano la quarantena a Catania, nel quartiere Cibali. I quattro residenti avevano contratto il Coronavirus eppure hanno proseguito a vivere le loro vite come se nulla fosse, invitando anche persone in casa. Dopo una prima segnalazione alla locale Sala Operativa, gli agenti della Digos con alcuni medici dell’Usca (Unità Speciali di Continuità Assistenziale) hanno denunciato le persone.

Catania, positivi violano la quarantena

Gli ordini dell’Asp erano chiari: come da attuali norme di contenimento del contagio, non era permesso loro di uscire di casa né ricevere visite. Nonostante questo, all’interno dell’abitazione era presente un estraneo al nucleo familiare, per il quale le Autorità hanno predisposto misure di contenimento.

I quattro positivi sono stati denunciati alla locale Procura della Repubblica per violazione dell’art.260 del Testo Unico delle Leggi Sanitarie. Questo prevede l’arresto fino a 18 mesi e una multa che arriva a 5mila euro, anche se al momento sono ancora in corso accertamenti per valutare la contestazione di un reato più grave.

Potrebbe essere epidemia colposa

Le persone che hanno violato la quarantena potrebbero, infatti, essere passabili di epidemia colposa con pena la reclusione fino a 5 anni. La Asl locale si sta occupando di tracciare tutti gli spostamenti e risalire alle persone con le quali hanno avuto contatti, per circoscrivere il contagio qualora ve ne fosse. Vista la gravità del comportamento, il Questore di Catania Mario Della Cioppa ha emesso un’ordinanza per la quale s’intensificano i controlli su strada. Inoltre, vengono predisposti servizi mirati ad assicurare il rispetto della normativa vigente in materia di Coronavirus, per i cittadini e gli esercenti pubblici.