Quella volta che… Alessandro Diamanti fu ad un passo dall'Inter

Alessandro Bitto

Nel corso di una diretta su Instagram con l'ex compagno Francesco Valiani, l'ex fantasista, tra le altre, del Bologna, Alessandro Diamanti, ha rivelato di esser stato vicino all'​Inter.


Durante la carriera di un calciatore, così come nella vita di tutti noi, certi treni passano una volta sola. Opportunità uniche che, se colte, possono cambiarti la vita. Il destino, però, spesso è crudele e, a causa di concomitanze sfavorevoli, porta le persone, o in questo caso i calciatori, a sfiorare soltanto queste opportunità, lasciandole col dubbio: "Se avessi preso quel treno, dove sarei ora?". Se lo sarà chiesto spesso Alessandro 'Alino' Diamanti, ex fantasista, tra le altre, del Bologna che, in una diretta Instagram con Francesco Valiani, suo ex compagno proprio tra le fila dei felsinei, ha rivelato: "Sono stato vicino all’Inter, Moratti era malato di me perché gli ricordavo Recoba."


Tuttavia, come spiegherà lo stesso Diamanti sempre nel corso della diretta, nello stesso periodo arrivò a Milano quello che sarebbe diventato l'allenatore del Triplete, Josè Mourinho, il quale non conosceva il talento, all'epoca, del Livorno e chiese a Moratti, prima, il connazionale Deco e, poi, Wesley Sneijder. Con l'olandese dietro Milito, l'Inter vinse Scudetto, Coppa Italia e Champions League. Chissà, però, come sarebbe finita se il presidente nerazzurro si fosse impuntato comprando Diamanti al posto di Sneijder. Chissà se Alino ora potrebbe vantare la vittoria della Champions League. Chissà se, anziché di un grande giocatore di provincia, adesso parleremmo dell'ex Livorno come un grande calciatore che ha contribuito a scrivere la storia dell'Inter. Ipotesi che, purtroppo per Diamanti, non avranno mai risposta.



Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A!