Quello che nessuno ti dice sull'essere una donna over 40 e senza figli

Mathina Calliope

Questo blog è stato pubblicato su HuffPostUsa ed è stato tradotto da Milena Sanfilippo


Anni fa, durante un affollato aperitivo dopo il lavoro, una mia amica indicò un uomo con il figlio sulle spalle. "Perché mai uno dovrebbe portarsi il figlio al bar?", si chiedeva meravigliata la mia amica. "Già", dissi. "E perché mai uno dovrebbe farlo, un figlio?"

La mia battuta fu accolta da una risata. Le mie amiche single si avvicinavano ai trenta e i bambini sembravano proiettati in un futuro lontanissimo. Io i trenta li avevo superati da poco, ma avevo divorziato di recente e iniziavo a pensare di non volere figli – di certo, non in quel momento ma forse anche mai.

Eppure il ticchettio del mio orologio biologico si era fatto più forte, abbastanza da sovrastare anche la musica salsa su cui ballavo diverse volte a settimana. Tra i 41 e i 43, ho provato a restare incinta del mio ragazzo, Inti. A parte scegliere un padre adatto e togliere il dispositivo intrauterino, non mi sono sforzata più di tanto. Nessuna visita ginecologica a parte il controllo annuale. Nessun termometro, nessuna app per il monitaroggio dell'ovulazione. Per un po' mi sono limitata a tener traccia del mio ciclo senza troppi pensieri, lanciavo un'occhiata perplessa a Inti una volta al mese, e dopo il sesso tenevo le gambe sollevate in aria. Ma poi è passato un anno, e il mio ciclo era così regolare che non dovevo neanche aprire il test di gravidanza.

Sembra triste, vero? Lo è – ma solo un po'. Se fosse stata una situazione disperata, se io fossi stata il tipo di donna che si sente incompleta senza un figlio, l'avrei gestita in modo diverso.

Le amiche che desideravano figli, e che non riuscivano ad averne col metodo tradizionale, hanno fatto tutto ciò che è necessario quando succede e hai dei soldi a disposizione. Queste amiche, sposate e single e più giovani di me hanno preso ormoni, si sono fatte rimuovere i fibromi, hanno provato con la fecondazione in vitro. Hanno incontrato...

Continua a leggere su HuffPost