Questioni di bellezza: l’iperpigmentazione

·1 minuto per la lettura

L’iperpigmentazione è uno dei più comuni problemi di pelle e si accentua durante il corso dell’estate.

I raggi del sole sono difatti la causa principale delle macchie più scure sulla pelle del viso, dovute ad un eccesso di melanina.

Ce l'ha spiegato dottor Yusra della rinomata clinica di bellezza Yusra Clinic.

«I melanociti nella nostra pelle reagiscono al calore e alla luce del sole, producendo più melanina per proteggere la pelle dalle scottature e dal cancro alla pelle», spiega l’esperto. «Un malfunzionamento dei melanociti può avvenire nelle persone che sono più propense all’iperpigmentazione causata dal sole».

Ma ciò che vediamo sulla superficie della pelle è solo la punta dell’iceberg, secondo dottor Yusra.

«Sottopelle ci sono più strati di pigmento che verranno in superficie con il passare del tempo».

L’iperpigmentazione è più comune nelle persone che si scottano al sole, quelle che normalmente non si espongono al sole, le donne incinte e le donne con fluttuazioni ormonali causate dalla TOS (terapia ormonale sostitutiva) o dalla pillola contracettiva.

Per combattere questo fenomeno è cruciale applicare senza eccezione una buona crema solare dal fattore alto, come 50 o più, che offre protezione dai raggi UVA, UVB e infrarossi.

Applichiamo la crema solare come ultimo step nella nostra routine di preparazione, e riapplichiamo ogni due o tre ore. Indossiamo gli occhiali da sole e un copricapo ogni volta che è possibile.

La vitamina C è la vitamina più essenziale quando parliamo di iperpigmentazione, poiché promuove la formazione di collagene e riduce le macchie, illumina la pelle e aiuta a rafforzare l’efficacia del fattore solare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli