Questore Milano vieta per 2 anni a spacciatore di avvicinarsi a bar

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 7 apr. (askanews) - Per due anni un 34enne spacciatore italiano non potrà entrare né avvicinarsi a bar, a caffè e ad altri locali simili sull'intero territorio del Comune di Milano, e se lo farà rischierà da sei mesi a due anni di reclusione e una multa da 8 a 20mila euro. Il questore di Milano, Giuseppe Petronzi, ha infatti emesso per la prima volta a Milano nei confronti di un pusher, un provvedimento di "Divieto di accesso alle aree urbane". Lo ha riferito la questura del capoluogo lombardo, spiegando che l'uomo, già indagato per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale, era stato arrestato dalla polizia nel marzo scorso per avere venduto dello stupefacente a due clienti nella sala biliardo di un bar di via Ferrieri, nella popolare quartiere di Quinto Romano. Gli agenti del commissariato Lorenteggio lo avevano colto in flagranza mentre contava delle banconote, e nel tavolo da biliardo avevano recuperato 11 dosi di cocaina (tre grammi) nascosti in una buca e otto grammi di marijuana infilati in un'intercapedine.

La polizia ha spiegato che questa misura di prevenzione, adottata a seguito dell'attività istruttoria svolta dalla Divisione Anticrimine, "rappresenta un importante strumento a tutela della sicurezza urbana, volto a garantire la tranquillità e la legalità nelle aree cittadine più sensibili, e in particolare nelle zone limitrofe a scuole, università e locali pubblici e aperti al pubblico".