}Questore Trieste: rischiata strage? "E' un dato di fatto"

Mda

Trieste, 6 ott. (askanews) - Il bilancio della tragedia nella Questura di Trieste, con due poliziotti uccisi e uno ferito per l'aggressione a colpi di pistola da parte di Alejandro Stephan Meran, poteva "essere più tragico" e che il dominicano poteva fare una strage "è un dato di fatto". Lo ha detto, rispondendo alle domande dei giornalisti, il questore di Trieste Giuseppe Petronzi.

A chi gli ha chiesto se il bilancio, considerato che l'omicida era armato con due pistole, poteva essere più negativo, il questore ha replicato: "Questo è un dato di fatto. Aveva delle armi, all'interno della Questura. Fortunatamente e tragicamente c'eravamo solo noi poliziotti, fortunatamente non erano esposte altre persone. La potenzialità era tale che il bilancio sarebbe potuto essere più tragico". E alla domanda, se poteva fare una strage, Petronzi ha ripetuto: "E' un dato di fatto".

  • Lutto nel mondo del teatro: il comico è morto a 51 anni
    Spettacolo
    notizie.it

    Lutto nel mondo del teatro: il comico è morto a 51 anni

    John Peter Sloan è morto a 51 anni improvvisamente, lascia un grande vuoto.

  • Cacciari: "A settembre sarà una tragedia"
    Politica
    Adnkronos

    Cacciari: "A settembre sarà una tragedia"

    "Ci sveglieremo a settembre-ottobre e sarà una tragedia". Massimo Cacciari si esprime così a Otto e Mezzo. Il ragionamento parte dalla proposta del ministro Boccia per l'impiego di 60mila assistenti civici. ''Ma qualcuno ha letto il decreto incautamente chiamato Rilancio? L'esaltazione dello statalismo, del centralismo che è il male atavico di questo paese. Questa cultura genera ridicoli mostriciattoli come la proposta di Boccia. Invece di concentrarsi su alcuni filoni, si incerotta tutti allo stesso modo senza articolare, senza differenziare e senza tener conto dei pensieri per riassestare questo sciagurato paese", aggiunge. "Tutto uguale, con questa pretesa di dirigere tutto dall'alto. Discutiamo di Boccia? Ma vogliamo scherzare? Ci sveglieremo a settembre-ottobre e sarà una tragedia", aggiunge. "Dobbiamo ficcarci nella testa che il virus non è scomparso, ma non si muore solo di Covid. Bisogna cercare di mettere in funzione questo paese con qualche margine di rischio. La questione va gestita in modo articolato, non centralistico e burocratico come è stata e come continua ad essere gestita", afferma ancora. "Se questo paese non riparte in qualche modo ci troveremo in una situazione tragica".

  • Silvia Romano, primo appuntamento in pubblico dal rientro in Italia
    Notizie
    notizie.it

    Silvia Romano, primo appuntamento in pubblico dal rientro in Italia

    Prima uscita pubblica per Silvia Romano dopo il ritorno a casa. Tensione tra la madre della ragazza e i giornalisti presenti lungo il tragitto.

  • Coronavirus, sulle mascherine resiste "fino a 7 giorni": nuovo rapporto Iss
    Salute
    Yahoo Notizie

    Coronavirus, sulle mascherine resiste "fino a 7 giorni": nuovo rapporto Iss

    l’Iss (Istituto Superiore di Sanità) ha aggiornato i dati sulla permanenza del coronavirus sulle diverse superfici.

  • La Stone manda in tilt i fan con uno scatto provocante
    Spettacolo
    notizie.it

    La Stone manda in tilt i fan con uno scatto provocante

    Sharon Stone manda in tilt i social con un seducente scatto in bikini. L'attrice è in quarantena nella sua villa a Beverly Hills.

  • E se il lockdown fosse inutile? I dubbi del virologo Silvestri
    Notizie
    AGI

    E se il lockdown fosse inutile? I dubbi del virologo Silvestri

    I lockdown totali contro il Covid-19 potrebbero non essere così utili: meglio chiusure parziali e mirate in caso di esplosione di nuovi casi. Lo sottolinea su Facebook il virologo Guido Silvestri, spiegando che "qui ogni giorno scopriamo cose nuove, e non è saggio rimanere della stessa idea quando cambiano i dati a nostra disposizione".Per questo la visione ora è diversa: "Se il Presidente Conte o chi per lui mi avesse chiesto il 10 marzo 2020 un parere sul lockdown, avrei detto senza esitazione: "Sì, lo dobbiamo fare, qui e subito". Perché in quel momento non avevamo altra scelta. Ora, due mesi dopo, sappiamo fortunatamente molte più cose sul virus e sulla malattia, ed è normale che, quando cambiano le informazioni a nostra disposizione, cambino anche le nostre opinioni".Alcuni dei fatti chiave emersi in queste ultime settimane, spiega il virologo, sono che "la stagionalità sembra avere un ruolo molto importante nell'andamento della pandemia in specifiche aree geografiche", e "l'immunità naturale potrebbe essere più facile da raggiungere a causa di cross-reattività dell'immunità cellulare con altri coronavirus".Inoltre "non sempre le chiusure "totali" hanno dato risultati migliori delle chiusure parziali o limitate (vedi New York vs. Florida). I clusters più grandi di contagi avvengono in ambienti non protetti dalla chiusura (case di riposo, ospedali, famiglie, industria della conservazione della carne, ecc.), mentre i contagi in altri ambienti sono rari".Senza contare "i danni psicologici della chiusura prolungata sui bambini e adolescenti", per non parlare dei danni socio-economici. "Alcuni modelli epidemiologici" aggiunge Silvestri "che hanno previsto grandi benefici dalla chiusura potrebbero essere basati su dati iniziali incompleti e/o contenere errori metodologici".E infine, "stanno emergendo terapie in grado di limitare la morbidità e mortalità da COVID-19". Ognuno di questi punti, conclude, "meriterebbe un saggio di dieci o venti pagine che naturalmente non ho il tempo di scrivere adesso. Ma il punto è un altro. Il punto è che io non sono né pro-chiusura né contro-chiusura. Io sono solo pro-scienza, pro-evidenza, e pro-dati. Sono uno che si fa un mazzo cosi' per studiare e comprendere la mole enorme di dati che emergono ogni giorno su COVID-19, e questo compito richiede, oltre a tanta competenza (non ce lo scordiamo, signori virologi della domenica!), anche una notevole apertura mentale ed onestà intellettuale".

  • La poltrona di Conte è a rischio: chi potrebbe sostituirlo
    Politica
    notizie.it

    La poltrona di Conte è a rischio: chi potrebbe sostituirlo

    Potrebbe esserci un nuovo Premier ma con la stessa maggioranza: l'idea di Pd e M5s per la cosiddetta fase 3.

  • Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro smascherati: bufera a Live-Non è la D'Urso
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro smascherati: bufera a Live-Non è la D'Urso

    I due giovani hanno "ingannato" la conduttrice. Ecco cosa hanno combinato in diretta tv.

  • Da Lidl le mascherine Made in Italy
    Notizie
    Adnkronos

    Da Lidl le mascherine Made in Italy

    Da lunedì 18 maggio sono disponibili in tutti i punti vendita Lidl le mascherine filtranti ad uso della collettività, 100% Made in Italy, con 3 strati di tessuto non tessuto (Tnt), al prezzo di 9,99 euro la confezione da 10 pezzi.  Così Lidl Italia, catena di supermercati con oltre 650 punti vendita su tutto il territorio nazionale, aderisce al piano di Confindustria Moda, Cna Federmoda e Sportello Amianto Nazionale per il supporto della filiera del tessile-moda.  Un’iniziativa che ha messo a sistema importanti attori dell’economia del Paese e che si è concretizzata grazie al piano denominato 'Riconversione industriale nazionale Emergenza Covid' realizzato con l’obiettivo di raccogliere candidature di aziende operanti nel tessile-moda in grado di riconvertire la propria produzione in quella di mascherine, fondamentali in questo periodo di emergenza economico-sanitaria.  Dal momento del suo annuncio, il progetto di industria manifatturiera etica denominato 'Italia per Italia' (www.italiaperitalia.it) ha raccolto l’adesione di oltre 400 aziende anche grazie al coordinamento di PwC Italia che, insieme alle realtà associative, ha contribuito ad armonizzare le norme e le indicazioni dello Stato con le dinamiche di questa nuova dimensione industriale.  "Siamo orgogliosi di poter aderire ad un progetto di così grande valore, che ci permette di sostenere uno dei comparti più colpiti dall’emergenza Coronavirus. Questa partecipazione si inserisce all’interno di un più ampio piano aziendale a sostegno dell’economia del Paese, denominato 'Lidl per l’Italia' - sottolinea Massimiliano Silvestri, presidente di Lidl Italia - Un programma che comprende la valorizzazione della filiera agroalimentare italiana, anche grazie all’export di prodotti locali nei Paesi europei e del mondo in cui siamo presenti, la continua creazione di posti di lavoro sul territorio e gli investimenti immobiliari nella nostra rete vendita".

  • Tassi fino al 1000%, sgominato giro di usura ai Castelli Romani
    Notizie
    Adnkronos

    Tassi fino al 1000%, sgominato giro di usura ai Castelli Romani

    Un tasso usuraio annuo del 180% in media, ma che in alcuni casi ha superato il 1000% annuo. I Carabinieri della Compagnia di Velletri hanno dato esecuzione ad Ariccia, a un provvedimento cautelare, nei confronti di V.M., 52 anni, ritenuto responsabile del reato di usura. Un altro uomo, C.S., 38 anni, è stato indagato per mediazione usuraia.  L’attività investigativa condotta dai militari della Stazione di Ariccia e coordinata dalla Procura della Repubblica di Velletri, ha consentito di far emergere un collaudato e storico giro di usura nel territorio dei Castelli Romani con base operativa nel comune di Ariccia. Le indagini, svolte con ausilio di attività tecniche di intercettazione telefoniche e ambientali, hanno permesso di individuare molte vittime alcune delle quali costrette a ricorrere al prestito al quale venivano applicati tassi usurai per far fronte a debiti di giochi o semplicemente per poter eseguire esami clinici. Il tasso usuraio è stato stimato mediamente al 180% annuo ma in alcuni casi ha superato il 1000% annuo. L’indagato sottoponeva coloro che tardavano i pagamenti a un timore psicologico ingegnoso.  Difatti induceva la vittima a ritenere di avere alle spalle una vera e propria organizzazione, a cui doveva rivolgersi per poter concedere eventuali proroghe nei pagamenti. I suoi complici sarebbero immediatamente intervenuti in caso di mancato pagamento. I summit con la fantomatica organizzazione avvenivano presso una sala giochi, dove in realtà l’indagato si recava per dar sfogo alla sua infrenabile passione per il biliardo. Fortunatamente le vittime, tutte domiciliate nell’hinterland dei Castelli e tra le quali sono presenti anche persone che si sono rivolte all’aguzzino poiché necessitanti di denaro per ricorrere a cure salvavita, hanno trovato la forza di reagire collaborando con i Carabinieri allo smantellamento del sistema usuraio che oramai da anni agiva indisturbato nell’area dei castelli Romani.

  • Un tour virtuale nella villa della famiglia Totti
    Spettacolo
    notizie.it

    Un tour virtuale nella villa della famiglia Totti

    Ilary Blasi ha mostrato ai fan la casa in cui abitano lei e suo marito, Francesco Totti, insieme ai loro tre bambini.

  • Open Arms, oggi voto su Salvini
    Politica
    Adnkronos

    Open Arms, oggi voto su Salvini

    La Giunta per le autorizzazioni e le Immunità del Senato è attesa al voto sul caso Open Arms-Salvini. Un voto che, conti alla mano, vedrebbe prevalere il no al processo per l'ex ministro: dovrebbero essere, infatti 13 (su 23) i voti a favore di Salvini, sommando gli 11 dei membri del centrodestra in Giunta e i due voti di Riccardi e Giarrusso, rispettivamente M5S e ex M5S. Un verdetto che dovrà essere, però, ratificato dall'Aula del Senato, entro 30 giorni.  Dal canto suo Matteo Salvini ha fatto sapere di essere tranquillo: "Ho difeso la legge, la sovranità, la sicurezza, l'onore e la dignità italiane, con l'accordo dell'intero governo.Sono tranquillo e rifarei tutto, non per interesse personale ma per tutelare il mio Paese", ha detto il leader leghista. “Pd e 5Stelle vogliono mandarmi a processo per aver bloccato uno sbarco l’anno scorso? A differenza di altri, io non cambio idea - ha poi ribadito - fermare gli sbarchi di clandestini, combattere gli scafisti, difendere la sicurezza, l’onore e la dignità dell’Italia non è un reato, ma un dovere. Mi processano? Sono tranquillo. Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui".  Ieri i membri dell'organismo, presieduto dal senatore Gasparri, si sono riuniti per proseguire la discussione sulla vicenda, per valutare il fascicolo relativo alla richiesta di processo per 'sequestro di persona aggravato e rifiuto di atti d'ufficio' nei confronti dell'ex ministro dell'Interno. Oggi, dalle 9 si vota la relazione Gasparri, che chiede di non dare via libera al tribunale dei ministri di Palermo, sottolineando come "il comportamento dell'allora ministro Salvini era coperto da immunità, perché ha agito nella sua qualità di ministro dell'Interno, di conformità ai principi fondamentali della Costituzione".  Richiesta che potrebbe, quindi, passare con il voto dei 5 leghisti (Urraro, Pillon, Stefani, Pellegrini e Augussori) dei 4 di Fi (Malan, Paroli, Modena e Gasparri) e di Balboni, di Fdi. A votare a favore della relazione Gasparri anche l'autonomista Durnwalder, come confermato all'AdnKronos. A questi si potrebbero aggiungere l'ex M5S Mario Giarrusso e la pentastellata Alessandra Riccardi.  Per quest'ultima, a differenza di quanto dovrebbero fare gli altri 4 grillini presenti in Giunta (D'Angelo, Crucioli, Evangelista, Gallicchio) si prevede un no al processo: "La discussione non è ancora chiusa", ha detto all'Adnkronos, rispondendo sulle sue intenzioni di voto.  L'ex grillino Mario Giarrusso è rimasto abbottonato. Ma ieri in Giunta non ha risparmiato frecciate agli ex colleghi dei 5Stelle: "La tesi di Crucioli - avrebbe detto, secondo quanto appreso dalla AdnKronos - per il quale basta un tuffo per definire lo stato di salute è la tesi Di Biasi. In realtà si buttano in acqua perché sanno che così diventano naufraghi", ha detto il senatore catanese per contestare Mattia Crucioli che ha parlato di migranti che si tuffano perché disperati. Sul fronte opposto, invece, per il sì ai giudici siciliani, i 4 pentastellati, la dem Rossomando, i tre di Iv (Cucca, Bonifazi, Ginetti) e Grasso (Leu) e De Falco del Misto. A conti fatti, quindi, 13 no al processo e 10 sì. Ma poi deciderà il Senato, a maggioranza semplice, con l'asticella a 161 voti.

  • Ciavarro e Clizia hanno commesso una gaffe in diretta tv
    Notizie
    DonneMagazine

    Ciavarro e Clizia hanno commesso una gaffe in diretta tv

    Barbara D'Urso ha smascherato in diretta tv Paolo Ciavarro e Clizia Incorvaia, che a quanto pare si erano già incontrati dopo il lock down.

  • Bufera su Chiara Ferragni per il nuovo prodotto della sua collezione
    Notizie
    notizie.it

    Bufera su Chiara Ferragni per il nuovo prodotto della sua collezione

    Il prezzo delle infradito di Chiara Ferragni è a dir poco da capogiro, e sui social l'influencer è stata travolta dalla bufera.

  • Elena Aubry, arrestato l'autore del terribile gesto
    Stile di vita
    notizie.it

    Elena Aubry, arrestato l'autore del terribile gesto

    A rapire le ceneri di Elena Aubry è stato un necrofilo con precedenti nello stesso ambito.

  • Vacchi conquista i social con una nuova clip esilarante
    Spettacolo
    notizie.it

    Vacchi conquista i social con una nuova clip esilarante

    Gianluca Vacchi si mostra senza veli difronte ai protagonisti di Friends: il risultato del video è esilarante.

  • "Attenti agli scienziati prezzolati in tv": l'avvertimento di Ippolito
    Salute
    Yahoo Notizie

    "Attenti agli scienziati prezzolati in tv": l'avvertimento di Ippolito

    In questi mesi "abbiamo avuto troppi scienziati in televisione. Bisogna stare attenti a quelli prezzolati, che partecipano ai programmi in cambio di cachet".

  • Albano difende la Lecciso e blocca sulla poesia di Romina Power
    Spettacolo
    notizie.it

    Albano difende la Lecciso e blocca sulla poesia di Romina Power

    Intervistato da Mara Venier Al Bano ha parlato del rapporto con la madre Jolanda, ma anche di Loredana Lecciso e Romina Power

  • L'ex di Morgan torna all'attacco contro l'ex suocera
    Notizie
    DonneMagazine

    L'ex di Morgan torna all'attacco contro l'ex suocera

    Jessica Mazzoli torna all'attacco: questa volta l'ex protagonista di X Factor si è scagliata contro la madre di Morgan.

  • Isoardi ha commentato il presunto addio al suo programma di cucina
    Notizie
    notizie.it

    Isoardi ha commentato il presunto addio al suo programma di cucina

    Elisa Isoardi ha detto la sua in merito alle indiscrezioni sul suo addio a La Prova del Cuoco, sostituito da un nuovo show della Clerici.

  • Tatangelo si racconta dopo la crisi con Gigi D'Alessio
    Notizie
    notizie.it

    Tatangelo si racconta dopo la crisi con Gigi D'Alessio

    In collegamento con Domenica In Anna Tatangelo ha raccontato qualcosa di sé dopo la fine della storia d'amore con Gigi D'Alessio.