Questura e Istituto tumori nella rete in fibra ottica di Milano

Red-Alp

Milano, 14 gen. (askanews) - Sono stati firmati oggi a Palazzo Isimbardi a Milano, gli accordi per l'estensione alla questura meneghina e alla Fondazione Irccs Istituto nazionale dei tumori della connessione alla rete metropolitana in fibra ottica. Lo ha annunciato la Città metropolitana di Milano, spiegando che grazie alla fibra sarà possibile per la questura "connettere i propri uffici territoriali, consentendo l'utilizzo di strumenti di comunicazione più evoluti e più capillari ed agevolando forme di collaborazione anche on-line". L'Istituto dei tumori potrà, invece, non solo connettere le diverse sedi sul territorio ma, grazie alla cablatura delle stesse sale operatorie, sperimentare forme di intervento medico avanzate e innovative.

In questo modo, come già avvenuto con i Comuni metropolitani e con le scuole, si allarga il progetto di Campus digitale della Città metropolitana che intende connettere alla rete infrastrutturale in fibra ottica tutte le Pa presenti sul territorio. Finora sono 110 gli istituti scolastici metropolitani connessi, e si prevede lo siano tutti entro quest'anno, mentre dei 95 comuni metropolitani che hanno aderito all'accordo, già 47 sono stati connessi.

Alla firma degli accordi, primi del genere in Italia, sono intervenuti Arianna Censi, vicesindaca metropolitana, Sergio Bracco, Questore di Milano, Francesco Vassallo, consigliere delegato alla digitalizzazione, e Stefano Manfredi, direttore generale della Fondazione Irccs Istituto nazionale dei tumori

(segue)