Questura Milano: al vaglio posizione di una decina di tifosi Inter

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 3 mag. (askanews) - Sono una decina i tifosi dell'Inter che sono stati identificati dalla polizia ieri sera nel centro di Milano e che saranno sanzionati per il mancato rispetto delle norme anti-Covid. Lo ha riferito la questura, spiegando che si tratta del gruppetto composto "da alcuni esagitati, molti dei quali ubriachi", che in coda al grosso dei tifosi che (per il sopraggiungere dell'orario del coprifuoco) stavano lasciando piazza Cairoli dove si erano ritrovati gli ultras neroazzurri per festeggiare lo scudetto, si sarebbero resi responsabili di un "fitto lancio di bottiglie" contro le forze dell'ordine che presidiavano la zona. Per fermare l'aggressione, gli agenti in assetto antisommossa avevano effettuato anche una carica di alleggerimento.

La loro posizione, insieme con quella di altri tifosi che ieri sono stati filmati dagli agenti della polizia scientifica in cima a dei monumenti e a degli autobus, è ora al vaglio degli investigatori che potrebbero contestargli eventuali reati.

Dato il notevole e spontaneo afflusso di cittadini festanti nel centro e davanti allo stadio di Milano, la questura ha precisato che le forze dell'ordine si sono concentrate sul garantire l'incolumità delle persone, sottolineando che non ci sono state richieste di interventi al 118, né danneggiamenti, né imbrattamenti e che tutto si è svolto in modo tutto sommato regolare.