Quirinale 2022, Renzi: "Draghi bruciato? No"

·2 minuto per la lettura

(Adnkronos) - "No". Matteo Renzi risponde secco a chi gli chiede se il nome di Mario Draghi per il Quirinale sia bruciato. E annuncia: "Oggi come Italia Viva faremo una dichiarazione". Quanto alla elezione del nuovo presidente della Repubblica, "continuo a sperare si chiuda domani, se non domani sarà dopodomani. Qui c'è una partita complicata, il Paese vive un momento difficile, la situazione internazionale è grave".

Poi aggiunge: "Questa sia l'ultima volta che si elegge un presidente della Repubblica in questo modo. Bisogna andare al presidenzialismo o semipresidenzialismo cioè l'elezione diretta dei cittadini. E questo pone il tema delle riforme costituzionali". "Che sia l'ultima volta di questi catafalchi, di queste schede bianca", afferma.

"Va benissimo Draghi, che sarebbe una garanzia per tutti, ve benissimo Casini, ma quale che sia il nome facciamo in fretta", dice ancora Renzi in collegamento con la maratona Mentana su La7. "Non è uno show, la gente è stanca", sottolinea il leader di Iv. Renzi poi non crede all'impasse dovuta alle trattative sull'esecutivo: "Se Salvini, se la maggioranza parlamentare si convince su Draghi al Quirinale, il governo si fa in un minuto e mezzo", assicura.

La presidenza del Senato in cambio dei voti di Italia viva per Elisabetta Casellati al Quirinale? "E' un'ipotesi che non esiste". "Penso di essere il più antipatico d'Italia, ma anche quelli che mi odiano sanno che io non faccio mai una battaglia per avere un posto, l'ho dimostrato con la vicenda di Conte, quando per sostenere un Conte 3 erano disposti a offrirmi di tutto, ma io ho detto no perché volevo Draghi", continua il leader di Iv. "Nessuno me l'ha offerto, ma vi sembro il tipo che dà i propri voti sulla base di uno scambio? Ma io queste cose non le faccio, è un'ipotesi che non esiste", scandisce Renzi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli