Quirinale, argine Letta-Renzi contro candidatura Frattini

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 gen. (askanews) - No a Franco Frattini alla presidenza della Repubblica, Enrico Letta e Matteo Renzi si ritrovano uniti nel fare argine all'ipotesi di eleggere l'ex ministro al Colle. Secondo quanto si apprende da fonti Pd, i due leader avrebbero concordato una linea molto netta, per via del profilo "non atlantista" del presidente del Consiglio di Stato, troppo vicino alle posizioni della Russia anche sulla vicenda dell'Ucraina.

Parlando a Cnbc Letta ha detto: "Ci vuole qualcuno in grado di unificare il Paese, rassicurare mercati, un profilo atlantista". E Renzi a Radio Leopolda ha usato parole identiche: "Italia Viva non sosterrà candidati che non abbiano un profilo in purezza europeista e atlantista".

Uno stop netto all'ipotesi che, secondo le ricostruzioni, sarebbe stata valutata ieri anche durante il colloquio tra Matteo Salvini e Giuseppe Conte. Il timore di uno smarcamento del leader M5s, del resto, esiste e non a caso un parlamentare Pd già ieri avvertiva: "Chiunque pensasse di rompere la maggioranza che sostiene il governo deve avere ben chiaro che questo significherebbe la fine della legislatura".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli