Quirinale: Cangini (Fi), 'è interesse del Paese che Draghi resti dov'è'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 dic. (Adnkronos) – "Inutile far finta di non sapere o, peggio, di non aver capito. Mario Draghi al Quirinale vorrebbe andarci eccome. Un’aspirazione legittima, probabilmente incoraggiata dal timore di rimanere ostaggio di una maggioranza impazzita a causa dell’approssimarsi delle elezioni politiche. Ma quali conseguenze avrebbe, oggi, la rinuncia al governo di Mario Draghi? Il rischio è che l’Italia si ritrovi nelle condizioni descritte da Dante nel Purgatorio: una 'nave senza nocchiere in gran tempesta'”. Lo ha scritto sul “Giornale” il senatore di Forza Italia Andrea Cangini.

"È interesse della Nazione che Mario Draghi resti dov’è. Ma poiché perderlo sarebbe una catastrofe, è dovere dei partiti rassicurarlo sul fatto che quest’ultimo anno di legislatura non pregiudicherà l’azione del suo governo. Perciò occorre che i leader siglino, credendoci, un patto di fine legislatura".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli