**Quirinale: Celotto, 'con premier al Colle ingorgo istituzionale senza precedenti'** (4)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Penso che l'articolo 8 della legge 400/1988 ad oggi sia l'unica norma a cui si possa far riferimento se il presidente del Consiglio venisse eletto al Quirinale, mancando un'esplicita disciplina- afferma ancora Celotto- In quel caso Draghi potrebbe designare un vicepresidente del Consiglio che guiderebbe il Governo fino al suo insediamento come Capo dello Stato, presentando le dimissioni immediatamente dopo come avviene per prassi".

"E chiaro che in questo caso non sarebbero dimissioni di cortesia, ma segnerebbero l'inizio formale di una crisi di governo. Ma qui ci addentriamo in un campo che è prettamente politico nel quale naturalmente non intendo entrare".

"Fermo restando -conclude Celotto- che, anche per quanto riguarda l'elezione del prossimo Presidente della Repubblica, siamo solo all'inizio di giochi e valutazioni, non solo politiche ma anche giuridiche come abbiamo visto, che ci accompagneranno da qui a gennaio". (di Sergio Amici)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli