Quirinale: Dini, 'io fuori gioco, Berlusconi? Lieto se venisse eletto'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 nov. (Adnkronos) – "Se ci sono anche io per la corsa al Quirinale? No, sono fuori campo, ho superato l'età, anche se diverse sono le personalità con più o meno i miei anni che aspirerebbero a fare il presidente della Repubblica”. Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, l'ex premier e più volte ministro Lamberto Dini, che oggi è intervenuto alla trasmissione condotta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro.

Non glielo ha chiesto nessuno? “Assolutamente no, io non sono in campo”. Mattarella sembrerebbe aver chiuso definitivamente la porta ad un nuovo incarico. “Mattarella, come altri presidenti, ritiene che un settennato sia abbastanza”. Crede che ci sia qualche chance di vedere Mario Draghi nuovo inquilino del Colle? “Penso proprio che Draghi non aspiri a diventare presidente della Repubblica”.

Poniamo che Draghi, invece, accetti il Quirinale. Chi potrebbe sostituirlo? “Persone con esperienze ce ne sono diverse. Ad esempio Paolo Gentiloni, una moderato che potrebbe raccogliere anche i voti del centro”. Crede che Berlusconi invece abbia chance di salire al Colle? “Sarei ben lieto se Berlusconi diventasse presidente della Repubblica – ha detto Dini a Rai Radio1 – ma non credo che riuscirebbe a raccogliere i voti necessari”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli