**Quirinale: l’elezione e l’insediamento**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 2 gen. (Adnkronos) – Una volta eletto, il Presidente della Repubblica non entra in carica. Occorre infatti attendere il giuramento e l’insediamento. Questo avviene con una particolare cerimonia, che ha inizio con l’arrivo dell’eletto a Montecitorio, partito dalla sua residenza insieme al segretario generale della Camera. Il nuovo Capo dello Stato entra in Aula e di fronte al Parlamento riunito in seduta comune, ai delegati regionali e ai componenti del Governo giura e rivolge un messaggio. Al termine del discorso, accompagnato dal presidente del Consiglio, lascia Montecitorio e si reca all’altare della Patria. Dopo aver reso omaggio al milite ignoto, raggiunge il Quirinale a bordo della storica Lancia Flaminia, scortato dai Corazzieri a cavallo. Riceve gli onori militari, quindi entra nel palazzo dove avviene il passaggio di consegne con il predecessore.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli