Quirinale: Marcucci, 'Draghi meglio al governo, al Colle solo con accordo complessivo'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 29 dic (Adnkronos) – "Decidessi da solo sceglierei Draghi anche dopo il ‘23. Naturalmente non sceglierò da solo, quindi penso che i leader e i grandi elettori che stanno maturando la convinzione di proporre Draghi al Quirinale, fanno bene a lavorare ad un accordo complessivo, particolarmente autorevole per Palazzo Chigi, al fine di garantire la fine naturale della legislatura”. Lo dice il senatore del Pd Andrea Marcucci al 'Giornale'.

"Avrei trovato più consona una convocazione anticipata dei grandi elettori Pd -continua il parlamentare- rispetto al 13 gennaio: il rischio frammentazione in Parlamento, un rischio dal quale non siamo esclusi noi, andrebbe contrastata prima e più approfonditamente”.

Quanto al tema se è la maggioranza di governo che deve eleggere il capo dello Stato, Marcucci risponde: “La Costituzione ci dice quanti numeri servono, non di che colore devono essere i numeri. Non vorrei citare Deng Xiaoping: non importa se il gatto è bianco o nero, l'importante è che acchiappi i topi”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli