Quirinale, Mattarella: anche Leone chiese la non rieleggibilità

·1 minuto per la lettura
featured 1538267
featured 1538267

Roma, 11 nov. (askanews) – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, durante un incontro organizzato in occasione dei 20 anni dalla morte di Giovanni Leone, ha ricordato come anche il suo predecessore fosse per la non rieleggibilità del capo dello Stato. Un messaggio che assume un significato particolare alla scadenza del mandato dello stesso Mattarella.

“La questione della saldatura tra coscienza sociale e istituzioni animò il messaggio che rivolse al Parlamento il 15 ottobre 1975, con quello che venne ritenuto da giuristi autorevoli studiosi di grande livello uno dei massimi documenti sulla questione delle riforme istituzionali. Tra gli altri temi trattati (bicameralismo, Cnel, pubblica amministrazione, Mezzogiorno, lo sciopero nei pubblici servizi), Leone ripropose la sollecitazione (già sottolineata dal Presidente Segni), di introdurre la non rieleggibilità del Presidente della Repubblica, con la conseguente eliminazione del semestre bianco”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli