Quirinale, Mattarella conferisce 32 onorificenze al Merito -7-

Luc

Roma, 20 dic. (askanews) - Marco Giazzi, 26 anni (Castiglione delle Stiviere - MN), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il suo esempio e l'ammirevole contributo nell'affermazione dei valori della correttezza sportiva e della sana competizione nel mondo dello sport' Rappresentante dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Alto mantovano e allenatore della squadra 'Amico Basket' di Carpenedolo, della categoria Under 13. Durante una partita in casa contro la squadra Negrini Quistello, in seguito a proteste e insulti dei genitori della squadra avversaria nei confronti dell'arbitro (di soli 14 anni), ha chiamato il time out chiedendo ai genitori di smettere di protestare. Non avendo ottenuto i risultati sperati ha ritirato i propri ragazzi nonostante il vantaggio di 10 punti. Ha spiegato 'non hanno perso i ragazzi in campo ma il basket, lo sport'. L'allenatore avversario è stato solidale con il collega, il Presidente ospite ha chiesto scusa per il 'comportamento increscioso' dei suoi tifosi.

Dino Impagliazzo, 89 anni (Roma), Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per la sua preziosa opera di distribuzione di pasti caldi e beni di prima necessità ai senzatetto presenti in alcune stazioni ferroviarie romane' Ex dirigente INPS in pensione. A Roma è conosciuto come 'lo Chef dei poveri'. Ha cominciato molti anni fa preparando dei panini per i senzatetto della stazione Tuscolana di Roma. La portata del suo impegno sociale è cresciuta, grazie all'aiuto di familiari, vicini e parrocchie, finché nel 2006 ha fondato l'Associazione (che dal 2015 si chiama Romamor) che riunisce circa 300 volontari e garantisce pasti per oltre 250 persone al giorno grazie a prodotti alimentari invenduti o in prossima scadenza, che riceve gratuitamente da negozi, supermercati o dalla grande distribuzione. L'attività dell'Associazione consiste principalmente nel confezionamento e nella distribuzione nei piazzali, o sotto le tettoie delle stazioni ferroviarie di Tuscolana e Ostiense di pasti caldi. Per l'approvvigionamento dei viveri si avvale degli aiuti del Banco Alimentare del Lazio, della Comunità di S. Egidio, dei panifici, dei mercati e supermercati di zona e di altri occasionali donatori. L'Associazione distribuisce anche vestiario, calzature e materiale per l'igiene personale e fornisce un aiuto per facilitare l'approccio con gli uffici pubblici per tutte le problematiche afferenti alla residenza, assistenza sanitaria, assistenza legale, avvio ad attività lavorativa, tipiche delle persone senza fissa dimora e comunque in difficoltà.(Segue)