Quirinale, Meloni: "Berlusconi nostra prima scelta ma valutare i numeri"

·2 minuto per la lettura

Chi sceglierebbe tra Draghi e Berlusconi per il Colle? "Francamente il tema del Quirinale non lo tratterei così, è una cosa seria, non dobbiamo giocare alle figurine". Giorgia Meloni replica così durante una conferenza stampa in via della Scrofa sulla riforma della giustizia.

"Silvio Berlusconi è una persona che abbiamo più volte sostenuto alla presidenza del Consiglio, figuriamoci se Fdi non lo sosterebbe alla presidenza della Repubblica", "dopodiché" la partita del Quirinale "è una materia molto più complessa, c'è un voto segreto... Vediamo quali sono le forze in campo. Berlusconi è ovviamente la nostra prima scelta, secondo me avrebbe le carte in regola per svolgere questo ruolo, ma bisogna valutare i numeri, bisogna valutare cosa intenda fare Draghi, ovvero se vuole candidarsi o meno per questo incarico. Bisogna affrontare questo tema con serietà, non è ammesso il gioco delle tifoserie..." sottolinea la leader di Fratelli d'Italia.

"Fdi lavora soprattutto per avere un presidente della Repubblica che faccia il presidente della Repubblica. Il nostro obiettivo non è quello della sinistra di avere un capo dello Stato che serve a garantire che il partito sia al governo anche quando perde le elezioni... A me non interessa avere un presidente della Repubblica amico di Giorgia Meloni - scandisce - ma interessa un capo dello Stato che sia amico della Costituzione italiana e su questo lavoriamo".

Poi, commentando l'ipotesi di voto anticipato in caso di elezione di Mario Draghi al Colle, Meloni dice: "Lega, Fdi e Fi non hanno mai indietreggiato rispetto al tema della libertà dei cittadini di scegliersi un governo. Penso che siamo tutti d'accordo".

"Sulle elezioni sono convinta Salvini non abbia cambiato idea - aggiunge - Ci ho parlato. Secondo me sì, Salvini andrà alle elezioni se ci sarà l'occasione".

Quanto alla proposta di Matteo Salvini di primarie di coalizione per la scelta dei prossimi candidati sindaci alle amministrative, Meloni sottolinea: "Noi le primarie ce l'abbiamo nello statuto. In passato non siamo stati noi a dire di no alle primarie...".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli