Quirinale: Pomicino, 'Berlusconi è statista candidabile al Colle'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 dic. (Adnkronos) – "Berlusconi è stato uno statista, lo ha dimostrato, con tutti i suoi problemi annessi e connessi. Oggi il Cavaliere si deve porre il problema: faccio del bene all'Italia se riesco a essere eletto presidente della Repubblica, sì o no?”. Così Paolo Cirino Pomicin a Metropolis su Repubblica.it.

"Draghi ha un vantaggio e due svantaggi. Il vantaggio sarebbe di chiudere definitivamente la disastrosa Seconda Repubblica. Ma significa andare verso l'ignoto. Mentre al contrario, se si eleggesse una persona diversa, si manterrebbe lo status quo. Draghi può avere una funzione importante nella guida del governo nel 2023 e chissà, anche dopo, se qualcuno lo candidasse come indipendente nelle proprie file. In realtà sottraiamo l'unico italiano che può essere importante in ottica europea. L'Europa con l'uscita della Merkel ha bisogno di leader”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli