Quirinale, Salvini: Berlusconi titolato ma dica qualcosa lui

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 gen. (askanews) - "Berlusconi ha fatto 3 volte il premier, è internazionalmente conosciuto e riconosciuto, nessuno da sinistra credo possa mettere dei veti a priori. Poi bisogna aspettare che lui dica qualcosa e sciolga la riserva". Ospite di Porta a Porta, il segretario della Lega Matteo Salvini torna a chiedere a Silvio Berlusconi di esprimere chiaramente le sue intenzioni per il Quirinale.

"Ovviamente ha fondato il centrodestra, per riconoscenza, per affetto e per stima politica ha tutto il titolo e il merito di proporsi e il centrodestra sarà unito e compatto. Ovviamente - ha aggiunto Salvini - io in questi giorni e settimane sto incontrando riservatamente tante persone per offrire una scelta veloce, rapida, che non si protragga per tante votazioni, con un centrodestra compatto che dopo 30 anni di presidenti di centrosinistra ha la possibilità di fare una scelta culturalmente diversa che però unisca, sia di alto profilo".

In questa direzione "ci sono uomini e donne all'altezza, bisognerà parlare col presidente di Draghi, e da responsabile della Lega vorrei che tutti si sedessero intorno a un tavolo su una scelta di alto profilo. Quello che non accetto sono i veti. Il Pd propose Prodi, elesse Napolitano, tutti con una chiara connotazione politica. Ritengo che l'area moderata, sovranista, identitaria, possa esprimere una sua scelta".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli