R.Campania, Commissione Pari opportunità condanna massacro turco

Com-Psc

Napoli, 16 ott. (askanews) - La Commissione Pari Opportunità della Regione Campania risponde all'appello lanciato dal Consiglio delle Donne Curde e chiede alla comunità internazionale d'intervenire per porre fine a questo massacro. "Rispondiamo in quanto donne e da cittadine di un popolo che ama la libertà": è la risposta unanime delle 45 componenti che siedono al tavolo regionale. "Le richieste di pace e di solidarietà lanciate dalla popolazione del Nord-Est della Siria risuonano come una sirena che non può non essere ascoltata. La cronaca di questi giorni restituisce un quadro drammatico che - si legge in una nota - esige una posizione interventista in grado di ristabilire un equilibrio politico e diplomatico. Gli uomini, le donne e i bambini stanno pagando con la vita scelte scellerate da parte di chi dovrebbe tutelare e proteggere i cittadini".

"Tra le richieste avanzate dalle donne curde e, che come Commissione Pari Opportunità della Regione Campania, chiediamo di sostenere c'è lo stop alla vendita delle armi a Erdogan; la fine dell'invasione e dell'occupazione della Turchia nella Siria del nord; l'istituzione di una No-Fly zone per la protezione della vita della popolazione nella Siria del nord e dell'est; prevenire ulteriori crimini di guerra e la pulizia etnica da parte delle forze armate turche; garantire la condanna di tutti i criminali di guerra secondo il diritto internazionale; attuare sanzioni economiche e politiche contro la Turchia; adottare provvedimenti immediati per una soluzione della crisi politica in Siria con la partecipazione e la rappresentanza di tutte le differenti comunità nazionali, culturali e - conclude la nota - religiose in Siria".