R.D.Congo, portavoce Parlamento: missione Onu non sia infinita

Coa

Roma, 25 nov. (askanews) - La missione delle Nazioni Unite (Monusco) nella Repubblica Democratica del Congo "non può restare all'infinito" nel Paese: lo ha detto oggi la portavoce del Parlamento congolese Jeanine Mabunda, mentre la popolazione di Beni ha attaccato i simboli dello Stato congolese e delle Nazioni Unite in città, accusati di inazione dopo i massacri di civili da parte dei ribelli armati.

"C'è malessere per la presenza, il costo di Monusco nella Repubblica democratica del Congo e i risultati ottenuti", ha dichiarato Mabunda, ritenendo "legittimo per le persone chiedersi perché questa forza stia rimanendo ancora nel Paese".