R. Kelly condannato per reati sessuali su minori: rischia fino a 90 anni di carcere

Singer R. Kelly walks into court at the Daley Center for a hearing on his child support case on March 13, 2019 in Chicago. (Jose M. Osorio/Chicago Tribune/Tribune News Service via Getty Images)
Singer R. Kelly walks into court at the Daley Center for a hearing on his child support case on March 13, 2019 in Chicago. (Jose M. Osorio/Chicago Tribune/Tribune News Service via Getty Images)

l cantante R&B statunitense Robert Sylvester Kelly, noto come R. Kelly, è stato condannato da una giuria federale di Chicago per diverse accuse di pedopornografia e abusi sessuali nella sua città natale. Kelly, 55 anni, è stato dichiarato colpevole di tre capi d'accusa di pornografia infantile e di tre capi d'accusa di adescamento di minori, mentre è stato assolto per altri 7 capi d’accusa per i quali era stato incriminato, tra cui quello per intralcio alla giustizia.

In un altro processo, R. Kelly era stato condannato a 30 anni di carcere per sfruttamento sessuale e associazione a delinquere e, secondo quanto riferito dall”Abc’, il cantante del brano "I Believe I Can Fly" rischia fino a 90 anni di carcere.

Tutti i capi d'accusa per i quali è stato giudicato mercoledì 14 settembre 2022 riguardavano fatti risalenti a 20 anni fa, già finiti al centro di un processo svolto nel 2008 dopo che sul web aveva cominciato a circolare un video che ritraeva il cantante fare sesso con una ragazza di 14 anni. In quell’occasione l’artista era stato assolto, ma negli scorsi mesi la ragazza, oggi 37enne, ha deciso di testimoniare, dichiarando di essere lei la ragazza abusata. Altre tre donne hanno testimoniato al processo accusando il cantante di averle abusate sessualmente quando erano minorenni.

"Anche se il sesso è stata certamente una delle armi che lei ha usato, questo non è un caso riguardante il sesso. È un caso di violenza, crudeltà e controllo", ha detto la giudice Ann Donnelly in aula. L'attenzione sulla condotta sessuale di Kelly è emersa dopo la nascita del movimento #MeToo ed è aumentata con la diffusione della docuserie "Surviving R. Kelly".

In tribunale, per il precedente processo tra le varie agghiaccianti testimonianze delle vittime, qualcuna aveva dichiarato: "R. Kelly era un pifferaio magico che adescava minori con i suoi soldi e la sua celebrità".

VIDEO - R. Kelly condannato per reati sessuali su minori