R. Lombardia: 5 mln per potenziare dotazioni degli Istituti agrari

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 30 giu. (askanews) - Un sostegno da 5 milioni di euro per gli Istituti tecnici agrari della Lombardia con l'obiettivo di potenziare le dotazioni tecnologiche innovative e le attrezzature a disposizione degli studenti. È quanto prevede la delibera approvata dalla Giunta regionale lombarda su proposta degli assessori Fabio Rolfi (Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi) e Fabrizio Sala (Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione). Lo ha annunciato in una nota la stessa Regione.

"Lo sviluppo dell'agricoltura 4.0 parte dalle scuole: è fondamentale formare imprenditori e tecnici preparati alle sfide del futuro e vogliamo che gli istituti agrari offrano agli studenti un percorso formativo adeguato alle esigenze del mondo del lavoro" ha dichiarato Rolfi, aggiungendo che "finanzieremo attraverso un bando progetti che prevedano la messa a disposizione di dotazioni e strumentazioni tecnologiche utilizzate nei sistemi agricoli più avanzati e nella prima trasformazione dei prodotti agricoli, oltre al potenziamento delle dotazioni tecnologiche e scientifiche disponibili nelle strutture didattico sperimentali associate".

"È fondamentale che formazione e innovazione viaggino di pari passo, per fornire ai nostri studenti i sistemi più moderni per affrontare i lavori del futuro in un settore in continua trasformazione come quello agricolo" ha affermato Sala, ricordando che "gli istituti agrari in Lombardia sono un grande patrimonio culturale e formativo e abbiamo il dovere di sostenerli con finanziamenti mirati a migliorare la qualità delle strutture, con una connessione sempre più stretta con il mondo del lavoro". "L'agricoltura italiana è già oggi la più green e sostenibile d'Europa - ha concluso Fabrizio Sala - e un terzo delle imprese agricole è gestito da donne e giovani, e sono proprio queste realtà le più innovative e resilienti che creano modelli di benessere sul territorio".

Il contributo, a fondo perduto, sarà pari al 100% delle spese ritenute ammissibili ed effettivamente sostenute per l'attuazione dei progetti didattici. Il massimale di contributo richiedibile per progetto è stabilito in funzione del numero medio di allievi iscritti ai corsi dell'Istituto tecnico agrario statale negli anni scolastici 2019-2020 e 2020-2021 per singola sede: dai 100.000 euro per chi ha registrato meno di 75 iscritti in media all'anno fino ad arrivare a 450mila euro per istituti con più di 750 iscritti. In particolare, i progetti potranno dividersi in due sezioni: quella sull'innovazione sarà obbligatoria e prevede l'acquisto di dotazioni e strumentazioni tecnico scientifiche innovative anche sperimentali. La sezione del potenziamento (facoltativa) consiste nell'acquisto di strumentazioni e dotazioni tecniche e tecnico scientifiche e relativi adeguamenti impiantistici nelle strutture. La domanda di finanziamento deve essere presentata on line entro il 15 ottobre 2021.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli