R. Lombardia: bando da 14 mln di euro per le aziende biologiche

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 29 mar. (askanews) - La Regione Lombardia, nell'ambito del Programma di sviluppo rurale, aprirà il 9 aprile un bando da 14 milioni di euro per imprenditori agricoli iscritti come produttori nell'elenco nazionale degli operatori biologici. Lo ha riferito in una nota la stessa Regione, spiegando che è concesso un premio per ettaro di superficie come indennizzo, sulla base dei maggiori costi e dei minori ricavi connessi. Sono 1.180 le aziende che nel 2020 avevano in corso impegni sulla misura e che, pertanto, possono accedere ai benefici anche nel 2021.

"La Lombardia ha oltre 56mila ettari coltivati a biologico, aumentati del 5% nell'ultimo anno" ha dichiarato l'assessore all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, sottolineando che "prosegue la spinta verso un'agricoltura più sostenibile, sempre più attenta al basso impatto ambientale dei processi produttivi, al benessere animale e alla sicurezza alimentare".

Tra le principali produzioni biologiche in Lombardia ci sono i cereali (25.077 ettari), le colture foraggere (12.623 ettari) e la vite (4.055 ettari), mentre sono oltre 3.000 gli operatori tra produttori e preparatori.

"Con questa misura - ha aggiunto Rolfi - intendiamo promuovere lo sviluppo di pratiche agricole che prevedono un impiego ridotto di sostanze per migliorare la qualità dei suoli e delle acque superficiali, favorendo la diversificazione colturale, la biodiversità e la qualità dei prodotti agricoli".

Il bando regola la presentazione delle domande per le aziende agricole che hanno impegni pluriennali che devono essere confermati annualmente. Anche i beneficiari che avrebbero terminato gli impegni il 31/12/2020 possono presentare domanda di conferma per l'anno 2021, se decidono di aderire alla possibilità di proroga di un anno degli impegni. Le domande dovranno essere presentate entro il 17 maggio 2021.

Sempre secondo quanto spiegato dalla Regione, le province lombarde che hanno il maggior numero di operatori del settore biologico sono Pavia (697), Brescia (569) e Milano (502).