R. Lombardia, risparmi per 2 mld in 5 anni con centrale acquisti

Mda

Milano, 10 ago. (askanews) - Dal primo luglio 2019, Arca spa, la Centrale di committenza di Regione Lombardia, è stata incorporata in Aria spa, l'Azienda Regionale per l'Innovazione e per gli Acquisti. Dalla sua istituzione avvenuta nel 2014, Arca (Azienda Regionale Centrale Acquisti) è diventata il punto di riferimento per gli acquisti centralizzati in Regione Lombardia, ottimizzando e innovando la spesa pubblica speregionale. Dal 2014 ad oggi sul fronte economico, Arca ha contribuito all'ottenimento di risparmi consistenti per la Regione Lombardia, stimabili in oltre 2 miliardi, pari ad un risparmio medio del 14% sui prezzi di acquisto. Nel solo primo semestre del 2019, le gare aggiudicate da Arca hanno fatto registrare risparmi pari a 848 milioni. Lo rileva Regione Lombardia in una nota.

Dal 2014, Arca ha pubblicato 466 procedure di gara aggregate, per un valore bandito totale di 23,3 miliardi ripartito in 17.768 lotti. Con 9 miliardi di gare aggregate bandite nel 2018 ha proseguito il suo percorso di sviluppo al servizio degli Enti del Sistema regionale e degli Enti pubblici lombardi.

Il trend di crescita ha ricevuto ulteriore impulso nel primo semestre del 2019 nel corso del quale sono state pubblicate 53 gare (+130% rispetto al 1° semestre 2018) per un valore bandito di oltre 2,8 miliardi di euro (+272% rispetto al 1° semestre 2018) ripartito in 2.068 lotti (+315% rispetto al 1° semestre 2018). Inoltre, nel primo semestre del 2019 sono state aggiudicate 102 procedure di gara, con un incremento del 149% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, per un valore di circa 7,4 miliardi, + 405% rispetto al 1° semestre 2018.

L'incremento, si legge nella nota, è stato accompagnato da un'attenzione al miglioramento della qualità delle forniture regionali e a una sempre maggiore sensibilità ai temi di sostenibilità ambientale attraverso lo sviluppo e la promozione del Green Public Procurement. L'applicazione dei 'criteri ambientali minimi' ha riguardato 28 gare 'verdi' bandite nel corso del 2018 e 11 gia' aggiudicate nel 2019, per un importo pari a 182 milioni.

Per ciò che concerne i servizi di e-procurement erogati tramite la piattaforma Sintel, Arca ha garantito l'evoluzione in termini tecnologici, con interventi migliorativi che hanno aumentato le funzionalità offerte e le performance. Dal 2014 a oggi, si è registrata una considerevole diffusione nell'utilizzo della piattaforma Sintel con l'espletamento di circa 483 mila procedure di gara per un valore complessivo pari a oltre 66,5 miliardi. Questa diffusione è stata resa possibile anche dall'ampliamento del perimetro di utenza coinvolta tramite accordi interregionali siglati con le regioni Veneto, Liguria, Piemonte e Abruzzo.

La crescita ha ricevuto ulteriore impulso nel corso del 1° semestre del 2019 con un incremento del valore delle procedure di gara pubblicate tramite la piattaforma Sintel di circa il 114% rispetto ai primi sei mesi del 2018. Altro dato significativo collegato all'utilizzo degli strumenti di e-procurement sono gli oltre 108 mila operatori economici iscritti alla piattaforma Sintel nel 1° semestre del 2019, di cui oltre 73.500 con sede in Lombardia.