R. Piemonte stanzia 1,76 mln per mutui casa di chi è in difficoltà

Prs

Torino, 17 dic. (askanews) - Deliberato dalla Giunta piemontese, su proposta dell'assessore alle Politiche sociali, Chiara Caucino, uno stanziamento di 1.760.000 euro per sostenere le persone in difficoltà per il pagamento dei mutui sull'acquisto della prima casa.

La misura è riservata ai mutuatari la cui rata è stata interrotta per il limite massimo di mensilità consentito dalla legge, che non sono più coperti da contratti assicurativi a garanzia dei rischi e per i quali permangono le situazioni che incidono negativamente sulla situazione del nucleo anagrafico.

I mutuatari in difficoltà devono presentano domanda di contributo agli sportelli dell'Agenzia sociale per la locazione del Comune di residenza o allo sportello ASLo del Comune capofila d'ambito territoriale per coloro che risiedono in comuni privi di sportello.

Il contributo a fondo perduto è definito in 12 rate mensili per chi ha un Isee inferiore a 6.400 euro, 9 rate mensili per chi ha un Isee fino a 10.600 euro, 6 rate mensili per chi ha un Isee da fino a 26.000 euro.

L'immobile oggetto del mutuo non deve avere le caratteristiche dell'abitazione di lusso, la superficie massima non può superare i 95 metri quadrati, il valore iniziale del mutuo non deve superare i 100mila euro.