Rabbia sulle statue di Cristoforo Colombo

Le proteste che continuano a dilagare negli Stati Uniti dopo la morte di George Floyd non risparmiano le statue di Cristoforo Colombo. A Richmond, in Virginia, i manifestanti, dopo aver divelto il monumento e averlo avvolto in una bandiera statunitense, danno fuoco al vessillo e lanciano la statua in un lago. A Boston, invece, la statua del navigatore italiano è stata decapitata.

Cristoforo Colombo è considerato il padre del colonialismo di conquista, anche per questo molte città degli Stati Uniti hanno annullato il Columbus Day del 12 ottobre per sostituirlo con una giornata dedicata agli indigeni americani.