Raccolta firme per referendum confermativo taglio dei parlamentari

referendum taglio parlamentari

Il taglio dei parlamentari è diventato legge lo scorso 8 ottobre. Hanno votato a favore sia le forze di maggioranza (M5s, Pd, Italia Viva, Leu) sia quelle di opposizione (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia). Contrari alla riforma erano, invece, + Europa e Noi con l’Italia. Tuttavia, una legge costituzionale può divenire oggetto di referendum qualora non si raggiunga (nella seconda votazione) la maggioranza di due terzi. Per questi motivi, Debora Bergamini (Forza Italia), Roberto Giachetti (Italia Viva) e Riccardo Magi (+Europa) hanno presentato “la richiesta per dare corso alla procedura di raccolta delle firme di un quinto dei deputati per richiedere il referendum”.

Referendum taglio dei parlamentari

Ai sensi dell’articolo 138 della nostra Costituzione, è possibile richiedere un referendum confermativo su una legge costituzionale a patto che non sia stata approvata “nella seconda votazione da ciascuna delle Camere a maggioranza di due terzi dei suoi componenti”. Il taglio dei parlamentari, infatti, è diventato legge lo scorso 8 ottobre con 553 si, 14 no e due astenuti. Perciò, i tre deputati di Italia Viva, Forza Italia e + Europa hanno avviato una raccolta firme per il referendum confermativo sul taglio dei parlamentari.

Lo ha annunciato il presidente Fabio Rampelli in Aula. “Ai fini degli adempimenti previsti – ha poi spiegato Rampelli – i deputati che intendono sottoscrivere la richiesta di referendum possono andare presso l’Aula della Giunta per le prerogative e immunità. Una volta raggiunto il quorum richiesto di un quinto di deputati della Camera”, i fogli per “le firme saranno consegnati ai deputati Giachetti, Bergamini e Magi stessi per poter procedere con gli adempimenti previsti dalla legge”.