Racing.Green, la nuova strategia di sostenibilità Aston Martin

·2 minuto per la lettura

(Adnkronos) - Aston Martin spinge sull’acceleratore nel suo percorso per diventare un marchio automotive di ultralusso sostenibile annunciando la nuova e ambiziosa strategia di sostenibilità Racing.Green. Lanciata in occasione della Giornata Mondiale della Terra, Racing.Green dà forma ai principi chiave dell’approccio alla sostenibilità di Aston Martin, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU, stabilendo nuovi target sotto ogni aspetto del business e con un’attenzione particolare alla lotta al cambiamento climatico, la realizzazione di un ambiente migliore e la costruzione di un’azienda più forte, diversificata e inclusiva.

Fra gli impegni annunciati nell’ambito di Racing.Green, Aston Martin punta a ottenere emissioni zero negli stabilimenti produttivi e sull’intera catena di approvvigionamento entro il 2030, con una riduzione del 30% delle emissioni nella supply chain in rapporto al 2020. I nuovi obiettivi fanno seguito ai progressi che Aston Martin ha realizzato finora, come la riduzione del 44% dell’intensità delle emissioni nelle operazioni nel Regno Unito tra il 2020 e il 2021 e l’utilizzo del 100% di energie rinnovabili negli stabilimenti produttivi su suolo britannico partita nel 2019. Attuando un progetto di vasta portata Aston Martin installerà oltre 14.000 pannelli solari presso il sito di St. Athan, in Galles, che soddisferanno il 20% del fabbisogno energetico annuo dello stabilimento. Già oggi il 100% dei rifiuti di Aston Martin non finisce in discarica, tuttavia l’obiettivo è eliminare a livello aziendale entro i prossimi tre anni ogni rifiuto plastico da imballaggio.

La strategia Racing.Green punta inoltre a ridurre del 15% il consumo idrico, a massimizzare l’utilizzo di materiali sostenibili e valorizzare la biodiversità presso tutte le sedi. Anche la strategia di prodotto Aston Martin terrà conto dei principi di sostenibilità, per esempio attraverso un programma di elettrificazione. Il brand sta elaborando alternative al motore a combustione interna e prevede di consegnare il suo primo ibrido plug-in - la supercar a motore centrale Valhalla - a inizio 2024. Il lancio del primo BEV Aston Martin è previsto per il 2025, ed entro il 2026 tutte le nuove linee di prodotto saranno disponibili anche con gruppo motopropulsore elettrificato. Aston Martin ha in programma di elettrificare completamente l’intero portfolio primario di auto sportive GT e SUV entro il 2030. In aumento anche l’utilizzo di materiali innovativi e sostenibili nei veicoli; Aston Martin sta esplorando per esempio l’impiego della lega di alluminio ecologica prodotta con il 100% di energie rinnovabili e di interni vegani privi di pelle disponibili in opzione, per offrire più scelta al cliente e ridurre l’impatto ambientale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli