Radio Italia Live torna il 16 giugno e si sdoppia in rap e pop

Asa

Milano, 17 mag. (askanews) - Gli organizzatori lo definiscono come "Il più grande evento di musica dal vivo mai organizzato da una radio" in Italia. Certo è che Radio Italia Live, in programma sabato 16 giugno in piazza Duomo dalle 19:10 alle 24, giunto alla settima edizione, si sdoppia. Nella prima parte della serata si esibiranno cinque rapper (Achille Lauro, Capo Plaza, Ghali, Nitro e Tedua), nella seconda i cantanti pop, cioè Annalisa, Biagio Antonacci, Caparezza, Elisa, Fabri Fibra, Giusy Ferreri, J-Ax & Fedez, Gianni Morandi, Thegiornalisti, Le Vibrazioni e Il Volo. Tutti saranno accompagnati dall'Orchestra Filarmonica Italiana diretta da Bruno Santori. Confermato anche il rito dell'ospite internazionale, che quest'anno sarà Mika. Parteciperanno anche i Måneskin, Riki e Thomas, nella categoria "giovani fenomeni"

Il concerto, presentato da Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, sarà trasmesso in diretta su Radio Italia, Radio Italia Tv, su Real Time, sul Nove e in streaming su radioitalia.it, dplay.com, sulle app gratuite iRadioItalia e su Facebook. Una copertura multimediale che allarga la platea di persone che potranno seguire in diretta il concerto, pari a otto milioni nell'edizione 2017. Chi invece vorrà essere presente in piazza Duomo dovrà arrivare con grande anticipo perché anche quest'anno, raggiunta la capienza massima della piazza, 23.500 persone nel 2017, non si potrà più entrare. Gli spettatori in arrivo da fuori Milano con il treno potranno contare su un biglietto speciale Trenord da 13 euro da tutte le stazioni della Lombardia.

"Stiamo lavorando per confermare il concerto per il prossimo triennio, anche perché è ormai una delle componenti dell'estate milanese, di una città internazionale che vuole continuare a essere ammirata in tutto il mondo" ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, aprendo la presentazione del concerto. "Questa - ha proseguito - è un'edizione straordinaria" che contribuisce a rendere la città "vibrante". In grado cioè di affiancare alla sua storica immagine di laboriosità, "che non dobbiamo perdere, quella di una città giovane, aperta, che ama divertirsi. Se riusciremo e tenere insieme questi due aspetti anche in futuro ne garantiremo la crescita".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità