Radio Maria pubblica la carta d’identità di Gesù: bufera sui social

gesu cristo radio maria

Radio Maria, la nota stazione Vaticana, pubblica la carta d’identità di “Gesù Il Nazareno”. La foto, che ha lasciato non poche perplessità tra fedeli, e non, è stata condivisa sulla pagina social della radio: un vero e proprio documento riconoscitivo con tanto di descrizione di occhi e capelli.

Radio Maria e la carta d’identità

Con l’avvento dei social network, si sa, sorpassare la linea tra uso e abuso è diventato qualcosa di sottile. Appurato che ormai si può vedere e trovare di tutto, l’ultima pubblicazione di Radio Maria ha lasciato qualche perplessità di troppo. La famosa radio Vaticana ha difatti condiviso sulla propria pagina social la carta d’identità di “Gesù Il Nazareno”. Un vero e proprio documento riconoscitivo con le generalità più conosciute e diffuse del Messia, con data di nascita – 25 dicembre – e la descrizione di capelli e occhi – divini e pieni di luce.

Pioggia di commenti

La cosa è sfociata in una pioggia di commenti irriverenti, cosa che non era poi così impossibile da immaginarsi. Davvero difficile capire cosa volesse significare questa pubblicazione, ma gli utenti del web non si sono di certo risparmiati. Da “Cittadinanza: Cielo e Terra e ogni luogo… Cosa non ci si inventa per non pagare le tasse” ai commenti rivolti all’emittente stessa: “Ma Radio Maria, non sarebbe il caso di assumere un altro SMM?”. Tra i tanti giudizi anche chi si è espresso contro questa particolare condivisione, parlando di blasfemia e scandalo. Per chi fosse curioso è ancora possibile vedere la carta d’identità di Gesù sulla pagina Facebook di Radio Maria.