Raffaele Santagata morto a 18 anni: il Casarano Calcio piange “Lello”

raffaele santagata morto

Lutto al Casarano Calcio per la scomparsa prematura di Raffaele Santagata, morto a soli 18 anni dopo essere stato ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Cardarelli di Napoli. Lello – come lo chiamavano gli amici – era già stato colpito da un forte attacco di febbre lo scorso novembre.

Morto Raffaele Santagata

Raffaele Santagata è morto prima di poter coronare i suoi sogni sportivi. La sua carriera calcistica era cominciata negli spogliatoi dell’Arci Scampia, per poi passare alla Sangiustese. Da pochi mesi (la scorsa estate) stava indossando la maglia rosso-azzurra del Casarano Calcio, dove giocava come terzino sinistro. Prima della sua scomparsa prematura, ha collezionato otto presenze in stagioni, divise tra coppa di categoria e campionato.

A essere in lutto per la scomparsa del giovane Lello è non solo la famiglia del baby calciatore, ma anche l’intera comunità del rione Melito di Napoli. Da giorni su Facebook sono decine gli utenti che hanno mostrato solidarietà alla famiglia condividendo foto e preghiere per il 18enne. La stessa pagina della squadra rossoblu gli ha dedicato un post, quando ancora tutti i conoscenti si aggrappavano alla speranza di vedere il giovane tornare a sorridere e a giocare sui campi di calcio. Da giorni su WhatsApp circola l’invito a osservare un gesto simbolico in onore di Raffaele: evitare l’utilizzo di fuochi d’artificio per tutta la notte di Capodanno. “Invito tutti gli abitanti del rione 219 a evitare fuochi d’artificio la notte del 31 dicembre in segno di rispetto e sostegno per il nostro fratello-figlio-nipote Lello Santagata”, si legge in uno dei tanti messaggi.