Ragaini (Banca Generali) "Crescono clienti che fanno investimenti etici"

Redazione
·1 minuto per la lettura

MILANO (ITALPRESS) - "Quello della sostenibilità è un viaggio molto lungo intrapreso da tempo e che oggi ci vede a metà strada", ma "oggi i clienti non vedono più gli investimenti sostenibili come detrattori di liquidità ed è stato superato il paradigma secondo cui per fare investimenti etici devo rinunciare a qualcosa dal punto di vista del rendimento per avere la funzione etica. Al di là delle rotazioni dei mercati di questi mesi, è stato verificato che gli investimenti Esg riducono il profilo di rischio, proprio perché la sfera Esg intercetta fattori di rischio che i parametri puramente finanziari non riescono a cogliere". Lo ha detto il vicedirettore generale di Banca Generali, Andrea Ragaini, durante l'incontro ESG Analysis and Investing organizzato dal Mip, Politecnico di Milano.

"Tra i nostri 300mila clienti, circa il 50 per cento detiene prodotti Esg - ha aggiunto Ragaini -. Di questi, inevitabilmente i clienti HNWI che hanno portafogli più grandi e quindi possono avere più prodotti, sono quelli che statisticamente hanno più prodotti Esg. Sopra i 500mila euro addirittura sono più dell'80% i nostri clienti che hanno scelto un prodotto Esg".

Per sostenere il mondo Esg, "da tempo abbiamo puntato molto sulla formazione - sottolinea Ragaini - perché uno dei temi centrali è trasmettere al cliente l'importanza della sostenibilità. Non è scontato perché noi siamo abituati a usare molti acronimi o termini in inglese che non sono di immediata comprensione".

(ITALPRESS).

abr/com