Ragazza aggredita in un campus universitario a Torino

Torino
Torino

Una ragazza è stata aggredita in un campus universitario a Torino ed è stata ricoverata in ospedale. L’agressore sarebbe un cittadino straniero, probabilmente africano.

Torino, ragazza aggredita in un campus universitario: ricoverata in ospedale

Una ragazza di 23 anni è stata aggredita in un campus universitario a Torino ed è stata ricoverata in ospedale. Secondo la prima ricostruzione, l’aggressore sarebbe un cittadino straniero, probabilmente africano, come riportato da RaiNews24. Il fatto è accaduto poco dopo la mezzanotte di ieri sera e sono già partite le indagini. La studentessa è originaria di Messina e vive a Torino per studiare. La giovane è stata aggredita in un residence universitario dell’Edisu, che ha messo una stanza a disposizione dei familiari che sono arrivati a Torino dopo essere stati informati su quanto accaduto. La ragazza ha sentito bussare alla porta e, credendo che fosse qualche altro studente, ha aperto. L’aggressore si era introdotto nel campus e aveva già bussato ad altre porte.

La ricostruzione della violenza nel campus universitario

L’episodio è avvenuto nella residenza universitaria Paolo Borsellino, gestita dall’Edisu, che si trova nelle vicinanze del Politecnico. “Un episodio gravissimo che ci lascia sgomenti. Le forze dell’ordine stanno cercando il responsabile e hanno tutto il nostro sostegno. Esprimo la nostra vicinanza e la solidarietà alla giovane studentessa” ha commentato su Twitter il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo.Sono stato subito informato di quanto accaduto e mi sono recato sul posto. Resto in costante contatto con le forze dell’ordine che stanno cercando il responsabile di questo gravissimo fatto” ha dichiarato Alessandro Sciretti, presidente di Edisu, ente che gestisce la residenza universitaria in cui è avvenuta l’aggressione. Nella residenza presenti anche degli psicologi per dare supporto agli ospiti.