Ragazza aspirante attrice suicida nel Teatro Bellini di Napoli

·1 minuto per la lettura
(Photo: CESARE ABBATEANSA)
(Photo: CESARE ABBATEANSA)

Una ragazza si è uccisa all’interno del Teatro Bellini di Napoli. Si tratta di una allieva della ‘Bellini Factory’, l’Accademia professionale triennale per aspiranti attori. Il fatto, accaduto ieri, è stato confermato dalla Direzione del Teatro partenopeo. L’allieva, evidenzia la Direzione, “ha deciso con un atto estremo di risolvere il dramma che stava vivendo”.

“Questa tragedia - si sottolinea - ci sconvolge nel profondo e impone il più rigoroso riserbo sulla vicenda. Inoltre, nel rispetto della privacy che in simili casi prevale dul diritto di cronaca, come indicato dalle recenti norme deontologiche emanate dal Consiglio dell’Ordine, riteniamo di non divulgare le generalità dell’allievo soprattutto per tenere al riparo da un’inutile e credule pubblicità i familiari e i parenti già provati da un così forte dolore”. La Direzione e tutti i dipendenti “in queste ore si stringono in cordoglio intorno alla famiglia e agli amici della persona scomparsa”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli