Ragazza di 24 anni denuncia violenze da un insegnante universitario

·1 minuto per la lettura
Ragazza violentata ad Avezzano da un professore
Ragazza violentata ad Avezzano da un professore

Una ragazza di 24 anni ha denunciato alle forze dell’ordine di essere stata violentata da un professore all’università di Avezzano, comune in provincia dell’Aquila, mentre aspettava di svolgere un esame. Le autorità stanno indagando per accertare i fatti, che risalirebbero a lunedì 21 luglio 2020.

Ragazza violentata ad Avezzano da un professore

A raccontare l’accaduto è stata la stessa vittima che, dopo aver subito abusi da parte dell’insegnante, si è recata insieme ad un’amica in Pronto Soccorso per spiegare tutto ai sanitari. Secondo quanto dichiarato, la giovane si era recata in una sede distaccata della facoltà di Infermieristica per sostenere un esame.

Poco prima dell’inizio però l’uomo l’avrebbe scossa infilandole le mani sotto la biancheria intima e iniziando a palpeggiarla, nonostante il suo evidente rifiuto. In seguito un’amica l’ha quindi accompagnata in ospedale ad Avezzano per raccontare ai medici di essere stata vittima di una violenza sessuale. A ciò è seguita la denuncia alle forze dell’ordine che hanno provveduto a segnalare l’insegnante in questione.

Sulla vicenda c’è il più assoluto riserbo da parte degli inquirenti che stanno indagando per accertare i fatti e verificare la veridicità delle dichiarazioni fornite dalla donna. Hanno nel frattempo verbalizzato quanto affermato dalla giovane e dalla ragazza che l’ha accompagnata in Pronto Soccorso, parole ora al vaglio della magistratura che provvederà ad accertare le responsabilità. La Polizia di Stato del commissariato di Avezzano continuerò a raccogliere tutti gli elementi utili ai fini dell’indagine.