Ragazza di 28 anni incinta trovata morta in casa: arrestato il marito

ragazza incinta morta

Tragedia in un appartamento della frazione del comune di San Candido, nella provincia autonoma di Bolzano, in trentino Alto Adige. Una ragazza incinta di 28 anni è stata ritrovata morta nella sua abitazione nella giornata di giovedì 30 gennaio. Dopo una serie di indagini sul caso, però, i carabinieri hanno arrestato il marito con l’accusa di omicidio pluriaggravato. Potrebbe trattarsi, dunque, dell’ennesimo caso di femminicidio.

Ragazza incinta morta in casa

Nessuna traccia di sangue né nell’abitazione, né sul corpo della giovane cittadina pakistana che viveva con il suo convivente, un 38enne connazionale. Secondo le ultime ricostruzioni però, la ragazza incinta di 28 anni è stata trovata morta nella sua casa, forse a causa di un soffocamento o stangolamento. Il principale indiziato e indagato è appunto il compagno, che si è chiuso nel silenzio di fronte agli inquirenti. Nonostante le numerose domande senza risposta, inoltre, l’uomo non ha fornito dettagli sui suoi ultimi spostamenti. I carabinieri, però, hanno raccolto una serie di testimonianze di amici e parenti che potrebbero incastrarlo. La scoperta del probabile femminicidio è avvenuta per caso: un parente si era recato a casa per visitare la donna, ma non aveva ricevuto alcuna risposta. Sul posto sono quindi intervenute le ambulanze e il personale medico, ma non c’è stato nulla da fare.

I sostituti procuratori, in seguito alle prime ricostruzioni e indagini, hanno disposto il fermo del compagno della vittima. Contro di lui grava il reato di omicidio pluriaggravato e secondo i giudici vi è il pericolo concreto di fuga. La donna avrebbe dato alla luce suo figlio nelle prossime settimane.