Ragazza morta dopo aggressione e violenza sessuale a Pompei

·2 minuto per la lettura
Aggressione
Aggressione

Una ragazza di soli 24 anni è deceduta poco dopo essere stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli. La giovane presentava ferite da arma da taglio all’addome e segni di violenza sessuale.

GUARDA ANCHE - Femminicidi in aumento

Napoli, Grazia Severino: violentata e uccisa a Pompei a 24 anni

Nel pomeriggio di giovedì 29 aprile, GraziaSeverino è morta poco dopo il suo arrivo presso l’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, alla vigilia del suo 24esimo compleanno.

La ragazza ha raggiunto il nosocomio stabiese in condizioniestremamentecritiche: a nulla, infatti, sono valsi i tentativi del personale medico di salvarle la vita.

Sulla base delle informazioni trapelate sinora, la giovane presentava almeno treferite inferte con un’arma da taglio all’addome ed entrambe le cavigliefratturate. Inoltre, sul corpo della 24enne sono stati riscontrati segni compatibili con una violenzasessuale.

Napoli, Grazia Severino: aggressione e indagini

La brutale e furiosa aggressione che ha causato l’improvvisa e prematura scomparsa di Grazia Severino è avvenuta in un boxauto, situato in via Carlo Alberto I Traversa, a Pompei, sempre in provincia del capoluogo campano.

Sul posto, si sono recati i paramedici impiegati presso il 118 che hanno rapidamente provveduto a fornire un primo soccorso alla giovane e hanno immediatamente disposto il trasferimento all’ospedale di Castellammare di Stabia.

La vicenda è stata segnalata alle forzedell’ordine, che si stanno occupando di effettuare i rilievi sulla scena del crimine e di avviare le indagini in merito all’accaduto. Verifiche e controlli volti a chiarire la drammatica sorte di Grazia Severino sono stati affidati ai carabinieri di Castellammare di Stabia e di Pompei che stanno tentando di ricostruire le circostanze legate all’eccesso di violenza subito dalla vittima. La dinamica dei fatti e il concatenarsi di eventi che hanno provocato la sconvolgente morte della ragazza, quindi, sono ancora avvolte nel mistero e in attesa di chiarimento.

Napoli, Grazia Severino: il ritrovamento della giovane

Grazia Severino è stata assalita, ferita e violentata nel pomeriggio di giovedì 29 aprile, in un box auto. La ragazza, poi, è stata trovata in fin di vita in prossimità di un condominio, costruito in corrispondenza della prima traversa di via Carlo Alberto, a circa 400 metri di distanza dalla dal rinomato Santuario della Madonna di Pompei. La giovane vittima è stata rinvenuta da alcuni passanti e residenti che vivono in prossimità della strada nella quale è avvenuta la tragedia, descritta infatti come un luogo densamente popolato e caratterizzato da numerosi palazzi e auto in sosta.