Ragazza morta fulminata: “Era sulla scala per scendere a mare”

ragazza morta fulminata

Una ragazza di 17 anni è morta fulminata mentre scendeva da una scala di metallo di un hotel ai Caraibi. La 17enne, secondo le prime ricostruzioni dell’incidente, stava percorrendo la scala che l’avrebbe portata all’hotel Be Live Collection Canoa a Bayahibe, nella Repubblica Dominicana. Improvvisamente, però, la giovane sarebbe stata colpita da una forte scossa provocata dalle luci che illuminava il molo. Melina Caputo è deceduta sul colpo.

Ragazza morta fulminata in hotel

Melina Caputo stava trascorrendo una piacevole vacanza sulla costa caraibica delle Repubblica Dominicana: insieme a lei c’erano la nonna e due cugini. Una notte, mentre percorreva una scala di metallo la ragazza sarebbe rimasta fulminata da una scossa. Non lontano da lei, infatti, si trovava il cablaggio di alimentazione di alcune luci notturne sul molo. Oltre a ciò era presente anche uno stand gastronomico con frigorifero e televisori. La scossa che ha attraversato il corpo della 17enne è stata potentissima, tanto che la giovane è morta sul colpo. Mauricio Flores, lo zio di Melina ha riferito: “Appena si è saputo della notizia dell’incidente mio cognato è partito con suo fratello per aspettare i risultati dell’autopsia e per essere poi in grado di riportare a casa il corpo di mia nipote il più presto possibile”.

L’autopsia

Il capo della sezione consolare dell’Ambasciata della Repubblica Argentina nella Repubblica Dominicana ha riferito: “Speriamo che i risultati dell’autopsia siano disponibili al più presto. Il rapporto determinerà se sono necessarie ulteriori indagini per determinare cosa è successo o se la famiglia può già rimpatriare il corpo, che è quello che vogliono fare nel modo più veloce possibile”. Infine, sull’incidente è stato chiarito un dettaglio importante: “La chiamata di emergenza al quartier generale consolare è avvenuta per un caso di scossa elettrica, ma senza ulteriori dettagli”.