Ragazza morta a Potenza: trovate tracce ematiche sui gioielli

·1 minuto per la lettura
Dora Lagreca: sangue sugli orecchini
Dora Lagreca: sangue sugli orecchini

Continuano ad emergere dettagli sul caso di Dora Lagreca, la ragazza di 30 anni morta dopo essere precipitata dal balcone della casa del fidanzato: sui suoi orecchini sono state trovate tracce di sangue che l’avvocato della sua famiglia ha inviato alla Procura perché potrebbero costituire una prova.

Dora Lagreca: sangue sugli orecchini

Non si sa se la giovane indossava questi gioielli al momento del decesso o se li avesse con sé la sera in cui è morta: per il momento si sa solo che i pendenti appartenevano a lei e che la famiglia li ha restituiti insieme ad altro materiale. Potrebbero dunque essere inviati alla Procura per approfondire ulteriormente le indagini e capire a chi appartengano le tracce ematiche.

Gli esami potrebbero inoltre fornire un nuovo sostegno alla pista dell’aggressione. Nonostante l’ipotesi formulata dall’inizio fosse stata quella di suicidio (tanto che il fidanzato di Dora è indagato per istigazione), a insospettire gli inquirenti è stato il fatto che la ragazza fosse nuda quando è precipitata dal balcone.

Dora Lagreca, sangue sugli orecchini: analisi anche sul parapetto

Ulteriori dettagli potrebbero arrivare dall’analisi del parapetto al quale 30enne si sarebbe aggrappata prima di cadere nel vuoto. Un particolare che, se confermato, confermerebbe la volontà di salvarsi. Anche gli stessi amici della giovane si sono mostrati perplessi sull’ipotesi del suicidio e hanno più volte accusato Antonio Capasso di essere geloso, possessivo e aggressivo nei confronti della fidanzata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli