Ragazza violentata e uccisa nel Napoletano

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Orrore nel Napoletano dove una ragazza di 24 anni è morta all'ospedale di Castellammare di Stabia dopo essere stata ripetutamente accoltellata: la giovane, che si chiamava Grazia Severino, sarebbe stata vittima di violenza sessuale.

La ragazza è stata trovata in fin di vita dal personale del 118 nel cortile di un condominio di Pompei, in via Carlo Alberto I Traversa, nei pressi di un box auto dove si ipotizza possa essere avvenuta l'aggressione.

VIDEO - Femminicidi in aumento rispetto al 2019

Sul posto, a meno di 400 metri dalla basilica-santuario della Madonna di Pompei, si è radunata una folla sgomenta.

Da quanto emerso dai primi rilievi, il cadavere della 24enne presentava tre ferite sulla pancia, entrambe le caviglie spazzate ed escoriazioni nelle parti intime. 

La vittima era nata il 30 aprile del 1997, domani avrebbe compiuto 24 anni. 

Sono in corso indagini dei Carabinieri di Castellammare e dei Carabinieri di Pompei per ricostruire l'esatta dinamica degli eventi. La brutale aggressione potrebbe essere stata compiuta da una o più persone.

Spunta una nuova pista: possibile suicidio

Tra le ipotesi non si esclude la pista del suicidio. La sua borsa è stata infatti ritrovata accanto a una finestra spalancata. Le ferite all'addome e alle braccia sono compatibili anche con l'uso di forbici e, secondo quanto si è appreso, la ragazza ne avrebbe acquistato un paio questo pomeriggio. Una caduta dall'alto sarebbe compatibile poi con le cavigliere rotte.

GUARDA ANCHE: Stupro, a chi rivolgersi?