Ragazze investite a Roma, gup: "Da Genovese elevato grado colpa"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

“È assai elevato il grado di colpa dell’imputato". E' quanto scrive il gup Gaspare Sturzo nelle motivazioni della sentenza con cui il 19 dicembre scorso ha condannato a 8 anni di carcere Pietro Genovese, accusato di omicidio stradale plurimo per l'incidente avvenuto nella notte tra il 21 e il 22 del dicembre 2019 a Corso Francia a Roma, costato la vita alle due studentesse sedicenni Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli.

Per il gup il grado di colpa è elevato "sotto il profilo del quantum di evitabilità dell’evento, essendo l’incidente frutto anche di una negligente scelta dell’imputato di mettersi alla guida dopo aver fatto uso di alcol, pur sapendo che era obbligato a non bere qualora avesse voluto condurre un’auto, secondo la sua età e per il tempo in cui aveva preso la patente”.