Ragazzi multati nel torinese: stavano giocando a calcetto

·1 minuto per la lettura
Partita calcetto moncalieri
Partita calcetto moncalieri

Le forze dell’ordine di Moncalieri hanno sorpreso dieci ragazzi intenti a giocare una partita di calcetto violando le norme anti contagio: come previsto dalla legge dovranno pagare ciascuno una multa di 400 euro.

Partita di calcetto a Moncalieri

I fatti sono avvenuti nel pomeriggio di giovedì 11 marzo 2021. I giovani, residenti principalmente nei comuni di Nichelino e Trofarello, si sono ritrovati in strada Marsé per passare del tempo insieme giocando a calcetto nonostante il Piemonte sia in zona arancione e siano vietati gli sport di contatto. La polizia locale di Moncalieri li ha visti in alcune telecamere collegate alla centrale operativa e si è recata sul posto per interrompere la partita.

Hanno così identificato i dieci ragazzi, che abitano tutti fuori dal territorio comunale, comminando a ciascuno di loro una multa da 400 euro per le diverse infrazioni da loro commesse alle norme anti coronavirus. Essendo la regione in zona arancione, i giovani non avrebbero infatti potuto uscire dal proprio comune se non per comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità. Inoltre hanno violato la norma che vieta gli sport di contatto e formato un assembramento.

I contagi in Piemonte

Dato l’aumento dei casi positivi e dell’indice di contagio, il Piemonte entrerà con ogni probabilità in zona rossa da lunedì 15 marzo. L’ultimo bollettino di giovedì 11 registrava 2.322 nuove infezioni con una percentuale di positivi sui test effettuati pari all’8,2%. Gli attualmente contagiati sono dunque 270.889: 22.960 ad Alessandria, 13.436 ad Asti, 8.954 a Biella, 36.913 a Cuneo, 20.914 a Novara, 144.014 a Torino, 10.111 a Vercelli, 10.202 Verbano-Cusio-Ossola e 1.276 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi.