Ragazzo colpito da cassonetto, i medici: “Condizioni gravi”

Ragazzo colpito da cassonetto, i medici: “Condizioni gravi”

Le condizioni del ragazzo colpito dal cassonetto a Savona restano gravi. Il 12enne si trovava con i genitori in vacanza in Liguria, quando mentre dormivano all’interno di una tenda, qualcuno ha gettato un cassonetto da 20 metri d’altezza colpendolo in pieno volto. Secondo il bollettino medico, il giovane resta in condizioni critiche.

Il bollettino medico

Il 12enne, ricoverato presso l’Istituto Gaslini di Genova, per un trauma cervico facciale rimane in condizioni gravissime. A confermarlo, il bollettino medico emesso dall’ospedale: “La prognosi resta riservata e il paziente è in osservazione in terapia intensiva pediatrica per la valutazione dell’evoluzione dello stato di coscienza e del possibile danno neurologico conseguente al trauma. Il decorso clinico non presenta problemi cardio-respiratori, tanto che nella notte è stato autonomizzato dalla ventilazione meccanica”.

Le indagini

Mentre il giovane cerca di riprendersi al meglio dal terribile incidente, gli agenti di Noli e Savona proseguono le indagini per dare un volto all’attentatore. Il cassonetto è stato gettato da oltre 20 metri d’altezza, dalla superstrada, sulla spiaggia di Bergeggi.

Intanto il padre della giovane vittima ha lanciato un appello per aiutare nelle ricerche: “È stato un atto criminale, speriamo che i responsabili vengano trovati. Io e mia moglie intendiamo lanciare un appello: se qualcuno ha assistito alla scena vada alla polizia e denunci. Per colpa di qualche folle la vita di nostro figlio non sarà mai più la stessa, è molto grave, lo tengono in coma farmacologico e probabilmente riscontrerà danni cerebrali“.